Protocollo per i lavoratori locali, tensione alta

0
408

La tensione diventa alta tra Comune e sindacati. I lavoratori chiedono lavoro in base al protocollo d’intesa stilato con i sindacati dal Comune che prevedeva di attingere alla mano d’opera locale per gli appalti vinti da ditte esterne. Ma il Comune ascolta e comprende, agisce di conseguenza però, ribadiscono aministratori e dirigenti, oltre la legge non si può andare. Non è un obbligo per le ditte che vengono da fuori quela di attingere alla mano d’opera locale.

I sindacati protestano e chiedono interventi anche ispettivi sulle ditte, addirittura anche se i lavoratori che vengono da fuori dormono in affitti regolarmente denunciati e il comune risponde che può ispezionare i cantieri ma non certo dove vanno a dormire e come. Qualcuno alza la voce, l’Ingegnere Parrino, presente con una rappresentanza dell’Ufficio legale e dell’ufficio tecnico del Comune, risponde pacatamente e da ampia disponibilità ma sempre nei limiti delle competenze di legge dell’ufficio e del Comune. Puntualizza inoltre che i progetti finanziati sono stati preparati dall’ufficio tecnico, che altri se ne stanno approntando ma di più la legge non consente. Le ditte possono rivolgersi alle liste del collocamento per attingere mano d’opera locale ma se non lo fanno nessuno glielo vieta.

I sindacati chiedono controlli più fiscali, mettono in risalto le spese che le ditte devono affrontare, venendo da fuori, per i lavoratori che si portano dietro ma questo rimane, appunto, u problema delle ditte, non del Comune. Enzi Palmeri, riconfermato a valderice lo scorso primo marzo segretario provinciale della Fillea CGIL, ribadisce che “la situaizone di molti alvoratori edili è drammatica e non si capisce perchè non si debba fare qualcosa per dare risposte alle famiglie.”Lo scontro è non sulle cose che si possono fare ma su quelle che per legge non si possono fare. Resta alta la tensione. Nessun lavoratore alcamese è stato assunto da ditte esterne per lavori ad Alcamo a quanto pare e il problema ricade così tutto sui sindacati, e sui lavoratori, che portano esempi come Marsala e altri centri dove il protocollo è stato applicato ma, ribadisocno al Comune, tutto sta nella bontà e volontà delle ditte, non del Comune che non ne ha competenza.

find out way for you to these sensational looking stockings
hollister uk In need of versatile shorts

of the developments
woolrich outletNike Air Jordan 1 High With Aluminum Briefcase