Produttore di vini pregiati e sportivo. Appello per dedicare una via a Marco De Bartoli

Lancia un appello il giornale on-line cronachedigusto.it per dedicare una via di Marsala a Marco De Bartoli, produttore di vino, morto a 66 anni nel marzo del 2011. L’appello è stato rivolto al sindaco Massimo Grillo e dove è scritto fra l’altro: “Un piccolo gesto, forse. Ma dall’alto valore simbolico. Sarà un modo per ricordarlo, per lasciare nel presente una testimonianza della sua esistenza e per ribadire l’importanza del vino e dei suoi protagonisti in una città come Marsala”, scrive il direttore Fabrizio Carrera.

Il prossimo 18 marzo saranno dieci anni dalla scomparsa di De Bartoli. “Chi frequenta questo mondo, in Sicilia come altrove – dice Fabrizio Carrera -, sa quanto sia stato importante Marco. Visionario, bastian contrario, talvolta aspro e spigoloso come spesso accade a chi ha carattere, ma soprattutto bravissimo nell’interpretare il territorio e nel tirare fuori vini ricchi di personalità e grande qualità. Vini bussola, vini parlanti, vini che hanno sfidato e sfidano il tempo”. Secondo il giornale on line: “se il vino Marsala resta ancora un’icona per una strettissima cerchia di intenditori, lo si deve a Marco De Bartoli. Ma nella sua vita non c’è stato solo il Marsala.

C’è Pantelleria, c’è la sua idea vivissima del Grillo di cui oggi tutti pontificano spesso sapendo poco o nulla. Poi le sue amicizie anche con grandi nomi del vino italiano”. “Oggi l’azienda – conclude Carrera – è nelle mani dei figli – Renato, Sebio e Gipi – che stanno mantenendo alta la reputazione e la memoria con il loro saper fare”. Marco De Bartoli, Marc le vigneron, era conosciuto anche negli ambienti dell’automobilismo agonistico. Con la sua Lancia HF vinse numerose gare in salita e su pista.