Processo Bongiorno, l’ora dei testi

0
430

Si svolge davanti la Corte d’Assise di Trapani il processo a carico di Valentin Florian Bucur, il giovane romeno di 22 anni accusato dell’omicidio di Giuseppe Bongiorno, l’anziano castellammarese assassinato nella sua casa della cittadina del Golfo e ritrovato morto il 21 febbraio.

Tra i testimoni chiamati a deporre in aula anche il fratello della vittima. Secondo gli inquirenti, il delitto sarebbe maturato durante una rapina. Secondo la ricostruzione degli inquirenti nel corso della notte tra il 19 ed il 20 febbraio Valentin Florian Bucur si sarebbe recato, insieme con un suo connazionale, nella casa di Bongiorno. I due a quanto pare avevano un appuntamento. Avrebbero consumato un rapporto sessuale con la vittima, poi Valentin Florian Bucur avrebbe legato l’anziano, con l’ aiuto del suo complice, intimandogli di consegnare i soldi che custodiva in casa. Giuseppe Bongiorno si sarebbe opposto e da lì la reazione con l’omicidio. Il giovane rumeno è stato arrestato giorni dopo in Calabria dalla polizia che si era messo sulle sue tracce dopo averlo individuato come fortemente sospetto dell’omicidio. Il fatto ha scosso non poco l’opinione pubblica di Castellammare. Giuseppe Bongiorno era un anziano musicista che frequentava una parrocchia di Alcamo e altri luoghi di culto e sociali e molti sono rimasti sconcertati sia dalla dinamica del fatto di cronaca nera che dai retroscena che sono emersi successivente.