Piano regolatore, appaltate le indagini geognostiche

0
442

Con determina firmata  ieri da Giuseppe Stabile, responsabile dei Servizi urbanistica e pianificazione del Comune di Alcamo,  sono stati affidati i lavori relativi alle indagini geognostiche, geofisiche, sismiche e prove di laboratorio geotecnico per la redazione dello studio geologico a supporto del Piano regolatore generale da redigere.  Ad eseguire i lavori sarà la ditta Geoproject srl, con sede a Velledolmo (PA) che ha presentato un ribasso del  51,22%  su un importo a base d’asta di 31 mila 231 euro. Per la gara d’appalto avevano presentato le offerte cinque ditte. Procede, se pur lentamente, la predisposizione degli atti per le attività connesse al Piano regolatore, per il quale nel mese di settembre dello scorso anno la giunta approvò lo schema di accordo di collaborazione tra il C.I.R.C.E.S. di Palermo e il Comune. Alcuni giorni dopo venne costituita l’unità di progetto denominata “Ufficio di Piano”. Le indagini geognostiche consentiranno di effettuare controlli anche  al cimitero Santissimo Crocifisso, che oggi rappresenta una priorità, poiché numerosi loculi sono invasi dall’acqua, così come terreni acquistati da privati che non possono costruire tombe. La vicenda delle infiltrazioni d’acqua, per la cui soluzione si batte da tempo il consigliere comunale Ignazio Caldarella, va avanti da circa sette mesi con i tempi della lentocrazia che non si coniugano con le legittime esigenze dei cittadini. Occorre un’accelerazione. Una svolta nelle gestione e funzionalità degli uffici comunali, che oggi non si intravvede mentre aumentano le tensioni tra il personale e i dirigenti, emerse durante la riunione di ieri sera al Comune tra i rappresentati delle varie sigle sindacali che si sono rifiutati di firmare i carteggi sui premi di produzione e assegnazione dei progetti obiettivi, tanto che qualche esponente sindacale ha proposto di inviare gli atti alla Procura della Repubblica.