Partinico: servizio idrico, Comune pronto a riprenderlo

0
415

PARTINICO. Il Comune pronto a riprendersi la gestione del servizio idrico. Lo ha sottolineato l’assessore alle Manutenzioni Diego Campione a poche ore dall’ennesimo guasto che ha paralizzato gran parte della portata idrica della città, i 30 litri di acqua al secondo provenienti dal pozzo Ramo. La gestione dell’emergenza ha fatto venire fuori tutti i limiti attuali del servizio idrico dell’Aps, società in fase di liquidazione. Vi sono inoltre poche certezze sul futuro dal momento che ancora non è chiaro chi gestirà il servizio dopo Acque potabili. “La nostra amministrazione ha già espresso all’attuale commissario della Provincia regionale di Palermo, il commissario Domenico Tucci, – afferma Campione – di essere pronta a gestire direttamente il servizio idrico. In una lettera il sindaco Salvo Lo Biundo lo aveva ribadito, pur essendo consapevoli delle attuali difficoltà anche economiche del nostre ente”. La questione è venuta alla ribalta in questi giorni di passione per la città che per ben due volte ha dovuto subire l’interruzione dell’erogazione di ben 30 degli 80 litri al secondo nell’arco di pochissimi giorni per lo stesso identico guasto occorso alle pompe di sollevamento di pozzo Ramo. Secondo il gruppo consiliare Cambiamo Partinico il ritorno alla gestione diretta dell’acquedotto è la conseguenza più logica: “Il Comune – sottolineano i consiglieri Gianluca Ricupati e Valentina Speciale – ha proceduto alla costituzione di un’unità di crisi con dipendenti comunali che interviene nei casi di inadempienza dell’Ato idrico. Inoltre, anche per quanto attiene alle manutenzioni, più volte il Settore Manutenzioni ha sopperito alle assenze del gestore intervenendo sulle reti con fondi comunali e riservandosi di addebitare le spese all’Ato idrico, soldi che tra l’altro difficilmente si riusciranno a recuperare considerando il fallimento di Aps e la fase di transizione affidata temporaneamente alla Provincia di Palermo, anch’essa in fase di scioglimento”. In poche parole il Comune ha realmente gestito il servizio idrico ed è per questo che i consiglieri hanno presentato un’interrogazione sollecitando il Comune a chiedere la restituzione delle reti, come fatto da altre amministrazioni del palermitano: “Sarebbe opportuno – si legge nell’interrogazione – emulare i Comuni vicini”. In realtà i problemi idrici non si sono superati del tutto con la sistemazione del guasto al pozzo Ramo. Infatti da molto tempo, a causa della rete idrica obsoleta, non tutta la città è servita adeguatamente dalla distribuzione perché molte risorse si disperdono per strada. I maggiori problemi li riscontrano i quartieri ad esempio del centro storico, attorno a Villa Margherita, o ancora la parte alta della via Kennedy e quella di Corso dei Mille. A questo c’è da aggiungere l’incertezza del futuro gestionale del servizio, con l’Aps in fase di liquidazione e l’imminente subentro di un’altra ditta che dovrebbe gestire il servizio ma su cui gravitano mille dubbi.

Were they not contacted
woolrich jassen Wedding Packages For A Destin Beach Weddings

If your children are particularly interested by the
woolrich parkaFashion Tips on Sandals for Men