Partinico, rapina e sequestro di persona: due arresti

Avevano atteso al villino di campagna di contrada Parrini il proprietario 81enne. I due giovani, col volto travisato da una maschera, sono allora entrati in azione: dopo averlo picchiato, legato e imbavagliato con la tela di una bandiera dell’Italia trovata sul posto, gli hanno portato via il telefono cellulare e le chiavi dell’appartamento in cui l’anziano risiede, situato nel centro abitato di Partinico. Raggiunta quest’ultima abitazione, anche qui non hanno esitato ad aggredire ed immobilizzare la convivente del pensionato, una donna di 82 anni, facendosi consegnare mille euro in contanti. Quindi sono fuggiti a bordo di un’auto, una fiat Punto di colore bordeaux. I carabinieri, immediatamente intervenuti, hanno facilmente ricostruito la dinamica dei fatti, sono state così immediatamente attivate le ricerche del veicolo e sono stati predisposti diversi posti di controllo nei punti più sensibili della città. I due sono stati presto rintracciati; si tratta di Antonino Vitale,19 anni, e Giuseppe Baglione, 25 anni, entrambi residenti a Partinico e già noti alle forze dell’ordine nonostante la giovane età. Per i due malviventi sono scattate le manette ieri pomeriggio con l’accusa dei reati di concorso in rapina aggravata, sequestro di persona, lesioni personali e percosse. Su disposizione dell’autorità giudiziaria sono stati condotti presso l’Ucciardone di Palermo. Il malcapitato pensionato ha riportato diverse ferite, fortunatamente giudicate lievi dai sanitari del locale pronto soccorso.