Partinico-Raffica furti di rame, in mille senza luce

0
349

PARTINICO. Dal vasto quartiere che gravita attorno alla via Madonna del Ponte per arrivare sino alla statale 113 che collega Partinico con Alcamo. Da una parte all’altra della città si registrano black out elettrici che perdurano in alcuni casi anche da mesi. Dall’Enel allargano le braccia: siamo in presenza di una raffica di furti di cavi di rame. Un fenomeno criminale particolarmente incidente a Partinico: qui, più che in ogni altra parte della provincia di Palermo, si sono verificati furti di oro rosso in serie. Soltanto dall’inizio di quest’anno, secondo quanto risulta al più grande operatore elettrico italiano, si sono verificati ben 54 casi di furti di cavi di rame che hanno interrotto l’erogazione dell’energia elettrica, per un totale di oltre 20 chilometri. Non solo i cavi: ad essere stati rubati anche 5 trasformatori, ed anche in questo caso è stato provocato il black out. Un danno per svariate decine di migliaia di euro che ha colpito ben 962 utenti e circa 300 abitazioni rimaste quindi al buio, alimentate dalla media e bassa tensione. “La quasi totalità dei furti su linea di bassa tensione – fanno sapere dall’Unità Operativa dell’Enel di Partinico – è stata già ripristinata. I problemi maggiori riguardano la media tensione, della quale al momento sono già stati ripristinati circa 5 chilometri di linea”. Intanto da lungo tempo oramai risultano al buio molte vaste aree: le contrade Cicala, Bosco Falconeria, parte del Borgo Parrini, zona Mirto, il quartiere attorno al viale dei Platani e le arterie limitrofe alla via Madonna del Ponte. Ci sono anche situazioni di estremo disagio: “Nelle contrade Vacanti e Mortaro – sottolineano alcuni residenti – da tre settimane siamo senza luce e ci sono anche famiglie con diversi disabili. Non sappiamo cosa fare, viviamo un disagio nel disagio”. Purtroppo i tempi di ripristino non sono imminenti anche perché l’Enel procede dando in appalto con evidenza pubblica le forniture, quindi con ovvi tempi burocratici a cui attenersi: “Recentemente con l’impresa appaltatrice – sottolineano dalla sede operativa partinicese – è stato stilato un ordine di intervento che prevede di operare prioritariamente in base alla quantità di clientela ancora disalimentata e secondo ordine cronologico, quindi per data del furto. Entro luglio è previsto il completamento di altri 5 chilometri di linea a media tensione, la parte restante dei ripristini sarà comunque completata entro la prima metà di agosto”. Intanto per fronteggiare questo fenomeno dei furti di cavi di rame sta dando il suo contributo anche il Comune che proprio in questi giorni sta intervenendo per ripristinare l’illuminazione pubblica nella vasta area che abbraccia parte dei quartieri attorno a viale dei Platani, contrada Bisaccia e nella zona del Maggiore Guida. Il Settore Manutenzioni si è messo in moto per riaccendere i lampioni in diverse arterie, tra cui le vie Danilo Dolci, Rieti e Bramante da tempo oramai al buio. L’investimento ammonta a ben 20 mila euro.