Partinico: guerra Pd, possibile rimpasto di giunta

PARTINICO. Il progetto civico del sindaco Salvo Lo Biundo getta la maschera. Ora la rimarcazione appare in tutta evidenza politica e il civismo piano piano si va sbiadendo. L’ultimo colpo di mano di chiara marca politica è stato quello che porta la firma di un intero gruppo consiliare, “Partinico Futura”, che ha aderito al Partito Democratico. Mossa che fa diventare i Democratici anche il primo partito all’interno del civico consesso, dal momento che già da qualche mese ha l’assoluta e incontrastata leadership in termini di voti. A transitare nei renziani Gianlivio Provenzano (nella doppia veste di consigliere e assessore), Gioacchino Catalano, Giuseppe Lo Baido e Giusy Mazzola. Qualche settimana fa un altro consigliere ha lasciato la via del civismo, Salvatore Rappa, per transitare sempre nei Democratici. Ad appena un anno dall’inizio della consiliatura ben 5 consiglieri sui 28 eletti in liste civiche hanno deciso di lasciare le loro fazioni. Cambia geografia anche la giunta che in campagna elettorale era stata presentata come una formazione totalmente civica: a cominciare dal sindaco che subito dopo la sua rielezione è transitato nel Pd ed in fase di ballottaggio ha poi strappato l’accordo con l’Udc del commissario cittadino Enzo Briganò che oggi ha la figlia, Vincenza, in giunta. In parole povere il progetto iniziale in cui si parlava di “logica al di fuori dei partiti” è già andato a farsi benedire. Situazione che potrebbe causare un vero e proprio terremoto politico da qui a settembre, quando il primo cittadino sarà in qualche modo costretto ad affrontare in maggioranza i nuovi cambiamenti. Ci saranno da fare i conti con molte grane politiche: la prima è quella di una coalizione che vede sempre più non di buon occhio l’assessore Briganò, priva di alcun riferimento politico in consiglio comunale. Lei potrebbe essere la prima sacrificata. Il primo cittadino potrebbe anche perdere il suo fedelissimo braccio destro, Giovanni Pantaleo, sempre più ai margini all’interno di un progetto che politicamente lo vede distante dalle posizioni dei Democratici essendo un ex Alleanza nazionale. C’è poi da verificare cosa farà il Movimento degli artigiani nell’ottica di una possibile rotazione degli incarichi assessoriali al momento rappresentato da Gioacchino Albiolo. Intanto l’assessore-consigliere Provenzano si gode la straripante adesione di massa nel Pd: “Il Partito Democratico oggi esprime 7 consiglieri comunali e un assessore, oltre al sindaco. Finalmente anche a Partinico un grande partito”. L’adesione dei consiglieri di “Partinico Futura” è ancora terreno di scontro all’interno dei Democratici, con parte della base che parla di regole calpestate: “Ciò è avvenuto nel corso di una riunione autoconvocata – sostiene il componente della direzione provinciale del Pd, Renzo Di Trapani – in contrasto con la segreteria cittadina. E’ stata seguita una modalità a dir poco inusuale, vista l’assenza del segretario provinciale Carmelo Miceli e del segretario del circolo Maria Provenzano”.

so be careful with what you choose
isabel marant sneakers Some Of The Basics You Need To Know About Boating Shoes

process store web
woolrich jassenSandbaggers WOMEN’S DEB GOLF SHOES ALMOND