Partinico, Borgetto e Giardinelo restano ‘zona rossa’, Palermo torna arancione

Sono in ‘zona rossa’ dal 2 aprile scorso e ci rimarranno almeno fino a mercoledì 5 maggio. La durata delle restrizioni nei due centri vicinissimi (in un caso anche confinate) ad Alcamo andrà quindi avanti per più di un mese. L’impennata dei contagi aveva costretto le autorità sanitarie a mandare in rosso l’intera provincia di Palermo anche quei comuni in cui l’incidenza era molto bassa come a Balestrate. L’intero territorio provinciale palermitano e ritornato in ‘arancione’ sei giorni fa e stesso destino toccherà, da domani, alla città di Palermo che era ancora rossa. Niente da fare invece per Borgetto e Partinico, ma anche Giardinello e Monreale, in cui le restrizioni rimarranno al massimo almeno fino al 5 maggio.
Da domani, invece, il capoluogo isolano tornerà ad essere zona arancione. Le decisioni sono state assunte dal presidente della Regione Nello Musumeci, dopo aver preso atto della relazione delle autorità sanitarie provinciali. Gli ultimi dati rilevati dall’Asp, nonostante il dato dei contagi rimanga ancora elevato, hanno infatti evidenziato un miglioramento rispetto alla precedente settimana di riferimento. Per questa ragione l’autorità sanitaria ha ritenuto di escludere il rinnovo delle restrizioni, prorogate invece per 24 comuni siciliani, fra cu Partinico, Borgetto. Monreale e Giardinello.