Partinico: arriva il “manifesto selvaggio”

0
492

Manifesto selvaggio, a Partinico alla vigilia dell’inizio ufficiale della campagna elettorale la città è già ricolma di manifesti politici affissi ovunque, in dispregio delle più elementi regole. La denuncia è del Movimento 5 Stelle che parte al contrattacco e promette denunce agli enti preposti nei confronti di quei candidati che tappezzeranno di manifesti elettorali la città nei luoghi in cui non è possibile l’affissione. I grillini preannunciano questa loro “crociata” in un comunicato stampa ufficiale in cui per l’appunto sostengono di volere portare avanti questa battaglia di legalità: “Stiamo assistendo, nostro malgrado, –  si legge – all’ennesima campagna elettorale condotta all’insegna del “manifesto selvaggio”. Effettivamente dal centro urbano alla periferia di manifesti abusivi se ne contano a bizzeffe: “Le strade del nostro paese – aggiunge il Movimento 5 Stelle – si riempiono, di giorno in giorno, di carta stampata, appiccicata in ogni dove, che ci ricorda la moltitudine di candidati che saremo costretti a sorbirci fino alla data delle consultazioni elettorali. Una quantità di candidati, sindaci e consiglieri, tale da trasformare il paese di Partinico in una sorta di carro carnascialesco di carta pesta, alla faccia del rispetto delle regole e, nondimeno, dell’ambiente, martoriato dalla non curanza di molti”. Effettivamente a Partinico si prevede un’enorme quantità di candidati: i sindaci, salvo sorprese dell’ultima ora, dovrebbero essere 8 e le liste a loro collegate oltre una ventina. Il che significa che per il consiglio comunale si prevedono all’incirca 700 candidati, al cui seguito quindi ci saranno manifesti e fac simili pronti ad inondare strade, muri e balconi. “Il MoVimento 5 Stelle – si legge ancora nella nota dei grillini -, in osservanza alle norme che regolano la propaganda elettorale a mezzo affissione di stampati, ma non solo, si impegna ad affiggere i propri manifesti solo negli spazi adibiti a tale scopo dal Comune e, ricordando alle autorità competenti che sono loro a dover garantire il rispetto delle norme in materia, si impegna a segnalare ed a denunciare tutti i soggetti politici, e i relativi committenti, che contravvengano, in qualunque maniera, a queste”. Il movimento 5 Stelle precisa che questa presa di posizione scaturisce anche per tutelare coloro i quali, osservando le regole, si ritroveranno inevitabilmente penalizzati nella competizione elettorale, essendo soggetti a minore visibilità.