Parcheggi finalmente asfaltati ad Alcamo Marina. Corsa contro il tempo, Ferragosto a rischio

Almeno questa volta le previsioni sono state rispettate. Dopo 5 mesi di ritardo sul completamento dei lavori e dopo due mesi circa di stop al cantiere, venerdì scorso, come un orologio svizzero, i due parcheggi comunali di Alcamo Marina sono stati asfaltati. Per aprirli al pubblico, prima di ferragosto e dare così una valvola di sfogo al consueto proliferare di autovetture, bisognerà fare una sfrenata corsa contro il tempo.

Non prima di martedì, infatti, potranno essere disegnate le strisce della segnaletica orizzontale e poi quelle per l’immissione sulla statale 187. Martedì sarà già il 10 agosto. Poi bisognerà decidere se effettuare una consegna parziale dei lavori senza completare le installazioni di arredi. Insomma i parcheggi verrebbero aperti senza la piantumazione degli alberi, senza le siepi e senza panchine.

Già funzionate, invece, l’illuminazione che però deve ancora essere allacciata alla rete pubblica. Una corsa contro il tempo per evitare di mancare clamorosamente un traguardo più volte pubblicizzato, quello dei parcheggi pubblici ad Alcamo Marina. 9 posti auto al di sotto della linea ferrata e, a monte della statale, 35 posti per autovetture e una quarantina per ciclomotori, sarebbero dovuti entrare in funzione entro il 15 marzo.

Il capitolato d’appalto prevedeva il termine dei lavori l’undici marzo 2021. Sono trascorsi altri cinque mesi, arrivata l’estate, la necessità di parcheggi è più che triplicata, ma finora nessun selfie, da parte della giunta Surdi, per immortalare la nuova opera pubblica, un’opera che mosse i primi passi ben 18 anni fa.