Ospedali trapanesi: l’Ordine dei medici solleva criticità

Le mancate nomine dei primari, la stabilizzazione del personale sanitario degli ospedali del territorio trapanese, la riduzione delle liste di attesa e la mancanza di organico  all’ospedale di Pantelleria: questi gli argomenti al centro dell’incontro tra il presidente dell’Ordine dei medici di Trapani Giuseppe Morfino, il presidente della Commissione ospedaliera dell’Ordine Vito Barraco e il direttore sanitario aziendale Antonio Siracusa. Al nuovo direttore sanitario, che ha promosso l’incontro, Morfino e Barraco hanno espresso soddisfazione e apprezzamento per l’attenzione mostrata nei confronti dell’Ordine dei medici attraverso il confronto su importanti questioni che riguardano la sanità trapanese. “E’ indispensabile – hanno sottolineato – porre maggiore attenzione alle problematiche sanitarie del territorio a tutela del mantenimento di standard assistenziali accettabili e della dignità professionale dei dirigenti medici e del personale sanitario dell’Asp di Trapani”. “I concorsi per direttori di strutture complesse – ha puntualizzato Morfino – sono stati già effettuati da tempo ma, ad oggi, i primari non sono stati ancora nominati”. Tra le altre criticità affrontate anche la necessità di ridurre le liste di attesa, di procedere all’incremento dell’ organico degli ospedali, attualmente carente, e di avviare i percorsi di stabilizzazione  assicurando dignitose condizioni di lavoro per i medici e per il personale dell’Asp. Al direttore sanitario è stato, inoltre, chiesto di intervenire per garantire la continuità assistenziale all’ospedale “Bernardo Nagar” di Pantelleria. “L’ospedale Nagar – ha affermato Barraco – deve essere dotato, attraverso i concorsi, di una propria pianta organica considerato che l’assistenza sanitaria viene garantita, con non poche difficoltà, dai dirigenti medici dell’ospedale di Trapani”. Disponibilità ad affrontare le questioni sollevate dall’Ordine è stata espressa dal direttore Siracusa che si è impegnato ad affrontare le diverse problematiche con il manager dell’Asp Fabrizio De Nicola. “Ci auguriamo – hanno concluso Morfino e Barraco – che questo primo incontro sia l’inizio di un rapporto di proficua collaborazione nell’ottica di migliorare il servizio sanitario provinciale e di salvaguardare la dignità professionale di tutto il personale in servizio negli ospedali del territorio”.