Operazione “Game Over”: scarcerato borgettano impiegato di banca ad Alcamo

0
367

Era finito in carcere  lo scorso primo febbraio nel corso dell’operazione della Dda di Palermo che prese il nome di “Game Over” e che ha riguardato il settore dei giochi e scommesse clandestine, che sarebbe stato gestito dal partinicese Benedetto Bacchi con un giro di affari di diversi milioni al mese nei settecento punti, che si trovano in diversi comuni italiani. In carcere finì anche  Giampiero Rappa, di Borgetto, impiegato presso la Banca Intesa di Alcamo.

Ieri il tribunale del riesame ha annullato l’ordinanza di custodia cautelare e Giampiero Rappa ha potuto lasciare il carcere di Pagliarelli. Nei suoi confronti i giudici del tribunale del riesame non hanno emesso alcuna restrizione. Giampiero Rappa dicono i suoi difensori Massimo Gagliardo e Claudio Gallina Montana nel corso degli interrogatori ha chiarito la sua posizione. Ha dimostrato di non avere effettuato alcuna operazione presso la Banca in cui lavora ed ha detto di essere all’oscuro dei reati per i quali era finito in carcere. I difensori esprimono soddisfazione e nonostante Rappa rimanga indagato sono certi che dimostreranno la sua completa innocenza.