Numeri da ‘pre-pandemia’ per ‘Le Vie dei Tesori’. La debuttante Alcamo con 3.955 visitatori

0
106

Numeri che portano indietro il calendario agli anni straordinari prima della pandemia. Il festival Le Vie dei Tesori supera le 250 mila presenze. Palermo sfiora i 166 mila visitatori. Si conferma una sicurezza, la grandissima attrattività del Trapanese che quest’anno mette insieme oltre 15.830 presenze, anche in questo caso in crescita di tremila visitatori rispetto al 2021, trainate proprio da Trapani che raddoppia i suoi numeri, e sale a 9.168 presenze. Al secondo osto, al suo debutto, sale Alcamo con 3.955 visitatori ai suoi castelli. Superate Mazara del Vallo 3.344 visitatori e Marsala che mette insieme 3.318 presenze. Nel palermitano ottima performance anche per Carini con 3.289 partecipanti alle Vie dei Tesori. Hanno funzionato il “contagio” tra comuni, l’aggregazione, le esperienze. Sono molto interessanti i rilevamenti dell’Osservatorio sul Turismo nelle Isole Europee che disegnano due mesi e mezzo di attività: i turisti presenti in Sicilia che hanno partecipato alla manifestazione nelle grandi città sono 60 con un incremento del 25 per cento rispetto all’anno precedente. Dai dati raccolti si evince anche che quasi tutti i visitatori (il 90 per cento) auspicano un prolungamento del festival Le Vie dei Tesori in altri periodi dell’anno. Anche i 37 piccoli comuni siciliani hanno ottenuto risultati significativi nel corso della seconda edizione dei Borghi dei Tesori fest: 12.064 visite, con una media di 326 visite per ciascun borgo.