Coordinamento FdI. A Trapani confermato Miceli, Fundarò vice-presidente

0
129

Fratelli d’Italia si riorganizza in provincia di Trapani dopo i due importanti appuntamenti elettorali appena celebrati, le politiche e le regionali.  I meloniani, nell’ottica di rafforzarne la struttura dirigenziale, ha rinnovato il coordinamento provinciale “nella dimensione – si legge in una nota – di un organico e coeso centrodestra”. “Governare i territori in questi tempi feroci e poveri – scrive il riconfermato presidente provinciale Maurizio Miceli – è una difficile missione che deve tenere conto dei mutevoli fattori sociali, economici, politici e delle disillusioni di chi in passato aveva creduto. La provincia di Trapani – continua Fratelli d’Italia – è un territorio in cui l’attuale litigiosa classe politica, abituata a campare di rendita, si è ammosciata con il passare del tempo per mancanza di competizione e di idee, generando nella cittadinanza la perdita del senso di comunità”. “Siamo convinti – conclude Miceli – che sia necessaria una “rivoluzione”, che sia morale, etica e culturale, basata su un processo di crescita democratica, che accentri il concetto di comunità attraverso i luoghi della partecipazione, le agorà pubbliche o i social”.

Il nuovo coordinamento provinciale avrà il compito di organizzare la linea di Partito, di rappresentare le istanze di una comunità nelle sedi Istituzionali, nella società, decidere quale linea di azione o opposizione politica adottare nei contenuti e nella forma per tutelare i legittimi interessi del territorio. Anche Alcamo e Castellammare del Golfo sono rappresentati nell’organismo provinciale direttivo di Fratelli d’Italia. Uno dei due vice-presidenti è l’alcamese Alessandro Fundarò avvocato e candidato sindaco alle ultime amministrative. Si occuperà dell’organizzazione del partito. L’altro è Davide Brillo incaricato di relazioni istituzionali. La castellammarese Alessandra D’Aguanno, ex assessore e sorella di Giovanni, consigliere comunale in carica, è stata nominata Responsabile servizi sociali e pari opportunità. Fanno parte del nuovo coordinamento anche Christian Farsaci, Antonio Froiio, Francesco Santangelo,  Giuseppe Vassallo,  Antonino Maiorana, Giuseppe Bica, Leonardo Pugliese, Michele Ritondo e il neo deputato regionale Nicola Catania.