Monte Erice: cabina di regia per l’edizione 2015

0
273

Appena archiviata la 56^ edizione della Monte Erice, la cronoscalata trapanese organizzata dall’Automobile Club Trapani e valevole come prima prova del campionato italiano velocità della montagna, tutti già al lavoro per la prossima edizione. Grande l’entusiasmo per un bilancio più che positivo non soltanto dal punto di vista sportivo, con il record di Cristian Merli, primo pilota a scendere, nelle due manches, sotto i sei minuti, ma anche dal punto di vista organizzativo. Tutte le attenzioni del mondo dei motori lo scorso fine settimana erano concentrate sulla gara trapanese con 121 iscritti – 33 auto storiche e 88 moderne – al primo dei dodici appuntamenti del tricolore della montagna. Automobile Club Trapani, Camera di Commercio ed i Comuni di Erice e di Valderice, infatti, avvieranno subito degli incontri per programmare al meglio la prossima edizione, in programma nel 2015.

“C’è grande sinergia – afferma Giovanni Pellegrino, presidente dell’Ac Trapani, l’Ente che organizza la manifestazione -. Questo per noi è stato l’anno zero ed abbiamo gettato le basi affinché la gara abbia un futuro certo. Per questo non posso che ringraziare tutti gli Enti che ci sono stati vicini. La Monte Erice ha un fascino particolare e per questo i grandi piloti sono sempre presenti”.

“La Monte Erice deve diventare un appuntamento fisso nel calendario di eventi della nostra provincia – auspica Giuseppe Pace, presidente della Camera di Commercio -. Questa importante cronoscalata va valorizzata nell’ambito del piano di promozione dell’intero territorio. Per questo è necessario mettere in campo le giuste sinergie tra l’Automobile Club Trapani, a cui va il mio plauso per la riuscita di questa 56esima edizione, e gli enti locali chiamati a sostenere un evento che, sono certo, se ben pubblicizzato, può fare da richiamo a tanti turisti. Dobbiamo coniugare la bellezza del nostro hinterland ad ogni iniziativa capace di attirare visitatori, con tutti i benefici economici per le imprese e le attività che operano nei più svariati settori. L’offerta dell’intero comprensorio deve essere pianificata per tempo e nel miglior modo possibile con l’obiettivo di ottimizzare il ritorno di ogni singola manifestazione. Per questo bisogna mettere in campo, da subito, le giuste forme di collaborazione, attraverso una vera cabina di regia che punti allo sviluppo del territorio anche attraverso una tempestiva e corretta comunicazione, nei canali appropriati, di quanto organizzato in provincia”.

“Condivido l’idea della cabina di regia – è il commento di Giacomo Tranchida, sindaco di Erice – e, per questo, dobbiamo cominciare a lavorarci sin da subito per programmare al meglio la prossima edizione. In ogni caso ritengo che la gara debba tenersi da metà giugno in poi, in modo da non contrastare con i flussi turistici che, in questo periodo dell’anno, si registrano ad Erice”. “Ribadisco la nostra disponibilità ad ospitare le verifiche – è il pensiero di Mino Spezia, sindaco di Valderice -. Per noi questa gara rappresenta un pezzo di storia e, lavorando tutti assieme, sono sicuro che riusciremo a programmarla al meglio offrendo ai turisti un calendario di iniziative nel periodo della manifestazione”.

white t shirt and her comfy sneaks are a look
isabel marant sneakers did I just buy some lady’s boots MFA

The best thing to do is try on
valentino shoesHow to Make a Necktie From the 1800s