Megaservice, lavoratori senza stipendio da sette mesi

Si fa sempre più insostenibile la situazione per i 71 lavoratori della Megaservice che da sette mesi non percepiscono lo stipendio. A denunciare la grave condizione dei lavoratori della società messa in liquidazione lo scorso 11 febbraio dalla Provincia Regionale di Trapani, è la Cgil di Trapani che, insieme a Cisl e Uil, ha tenuto un’assemblea con i lavoratori. Per i sindacati, che sostengono i dipendenti della Megaservice nella delicata vertenza, occorre anzitutto che la Provincia Regionale predisponga interventi straordinari che consentano alla società di disporre delle liquidità necessarie per provvedere a pagare gli stipendi arretrati ai lavoratori che, nonostante l’assenza di garanzie circa il loro futuro occupazionale, continuano comunque a prestare la loro attività e a essere a disposizione della società. Le tre sigle sindacali rivolgendosi al presidente della Regione, al Prefetto di Trapani, alla Provincia Regionale di Trapani, al Consiglio provinciale e ai due liquidatori chiedono “un’assunzione di responsabilità nel fornire ai lavoratori risposte circa il futuro occupazionale e un’attenta analisi finalizzata a mantenere in vita la Megaservice, società che gestisce inderogabili e importanti servizi di cui la Provincia Regionale e i futuri Consorzi tra i Comuni non potranno fare a meno”. “Ai liquidatori – affermano Cgil, Cisl e Uil – chiediamo, in particolare, di prestare massima attenzione alla Megaservice eliminando gli sprechi e rimettendo in carreggiata la società di multiservizi anche attraverso l’utilizzo temporaneo degli ammortizzatori sociali”.Intanto i sindacati, che denunciano anche la mancata riconvocazione del tavolo tecnico regionale che era previsto per il 7 marzo, hanno annunciato che saranno messe in campo forme di lotta e saranno avviati gli opportuni percorsi legislativi volti a difendere i diritti di lavoratrici e i lavoratori.