Mazara del Vallo-Avrebbe detto “fannulloni” a dipendenti, sindaco assolto

0
437

Secondo l’accusa, avrebbe minacciato due dipendenti comunali, non risparmiando loro anche delle offese, definendoli “fannulloni” e “dipendenti pagati per non fare nulla. Adesso è arrivato il totale proscioglimento: Nicola Cristaldi, ex presidente dell’Ars e attuale sindaco di Mazara del Vallo, è stato assolto dal giudice monocratico di Marsala, Maria Pia Blanda, dalle imputazioni di minaccia e oltraggio a due dipendenti comunali. I fatti contestati al primo cittadino, per il quale il pubblico ministero aveva chiesto la condanna a 6 mesi di reclusione, risalgono al novembre 2014: luogo dei fatti contestati sarebbero stati gli uffici del primo settore di Palazzo dei Carmelitani, dove i due dipendenti, in qualità di rappresentanti per la sicurezza sui luoghi di lavoro, stavano effettuando un sopralluogo. “Pieno compiacimento” è stato espresso dall’avvocato Alessio Muscolino, legale di Cristaldi “per il positivo epilogo di questa vicenda giudiziaria che ha visto il sindaco di Mazara assolto con formula piena per i reati contestati. E’ stata infatti provata l’artificiosità e l’infondatezza dell’ipotesi accusatoria avanzata dalla procura – prosegue il difensore – la quale aveva chiesto addirittura la condanna a sei mesi di reclusione per il primo cittadino. La decisione in commento, accogliendo in pieno le richieste di questa difesa – aggiunge Muscolino – ha infatti accertato che il sindaco non solo non commise alcun illecito penale, ma al contrario, intervenne legittimamente per impedire che i sigg.ri Reina e Bucca commettessero degli illeciti ledendo l’immagine e la privacy dei presenti”.