Max Gazzé al Cous Cous Fest Preview

    Il cantautore romano Max Gazzé sposa la filosofia del Cous Cous Fest e quest’anno porterà la sua musica a San Vito Lo Capo nei giorni della nuova edizione del Cous Cous Fest Preview, in programma dall’1 al 3 giugno prossimi.

    Da oltre dieci anni in vetta alle classifiche musicali nazionali, con indiscussi successi di pubblico come Cara Valentina, Una musica può fare, Il solito sesso, Mentre dormi e il più recente singolo A cuore scalzo, Max Gazzé farà tappa sabato sera, 2 giugno, in piazza Santuario, con un concerto assolutamente gratuito che avrà inizio alle 22.30.

     

    Quella dell’artista, però, non sarà l’unica esibizione serale offerta al pubblico nel corso del primo vero weekend d’estate, golosa anteprima del Festival Internazionale dell’Integrazione Culturale, da quindici anni di scena a settembre. A salire sul palco della piazza principale del Comune, che vanta una delle spiagge più belle d’Italia, saranno anche i due gruppi siciliani Baciamolemani e Merce fresca.

    Così, quest’anno si comincia venerdì con il concerto dei Merce Fresca, sette musicisti originari di Caltanissetta che faranno ballare il pubblico a ritmo di ska, reggae e rock’n’roll. Sabato, invece, sarà la volta dell’attesissimo Max Gazzè; mentre domenica a chiudere i tre giorni della kermesse ci penserà il sound dei Baciamolemani, che scandiranno la serata al tempo frenetico di grancassa e piatti, rumbe, mazurke da ballare in coppia tra ritmi ska in levare e charleston.

    “Cous cous, mare e musica. Anche quest’anno il Preview vuole offrire al suo pubblico un programma completo, in grado di accontentare i gusti di tutti e che permetta alla manifestazione di affermarsi nel tempo come appuntamento da non perdere, in vista del ben più conosciuto Cous Cous Fest di settembre – dichiara Matteo Rizzo, sindaco di San Vito Lo Capo –. Proprio nell’ottica di fare del nostro Comune un luogo in cui il turista abbia la possibilità di godere della sua vacanza a tutto tondo, gli spettacoli e i concerti serali gratuiti diventano necessari nel confermare un palinsesto che vuole essere ogni volta piacevole e di qualità”.