Materna ‘Froebel’, WC guasti. Comune interviene dopo due settimane ma non risolve

Una situazione che, periodicamente, si ripete ma che adesso è divenuta insostenibile. E’ quella dei servizi igienici della scuola per l’infanzia Froebel di via Pia Opera Pastore, plesso che, come tutti gli altri, escluse le superiori, dipende dal comune di Alcamo. Il problema è stato segnalato all’amministrazione comunale, dalla direzione didattica San Giovanni Bosco, lunedì della scorsa settimana, il 29 marzo, tramite pec, posta elettronica certificata. Ieri, dopo l’insistenza dei responsabili della scuola, dagli uffici competenti del comune avrebbero fatto sapere che la pec sarebbe scomparsa, in pratica si sarebbe perduta nei meandri della rete.

Sono trascorsi dieci giorni da quella segnalazione tramite mail, dopo altri contatti telefonici, e finalmente questa mattina sono arrivati gli operai con l’autospurgo. I tempi, però potrebbero allungarsi per la necessità di ulteriori opere e di relativi fondi. Non si tratta di un problema di poco conto e non soltanto di natura igienico-sanitaria. Alla luce, infatti, della riduzione dei servizi igienici disponibili, i piccoli alunni della scuola Froebel sono stati costretti a centellinare i loro bisogni fisiologici.

Si sono allungati, quindi, i tempi necessari a portare tutti i bimbi nei bagnetti con la durata delle attività didattiche che, ovviamente, ne risente. Più piccoli sono gli alunni e maggiore deve essere l’attenzione dell’ente locale in tanti ambiti. Ad Alcamo, purtroppo, capita il contrario. Servizi igienici che non funzionano da due settimane, anzi si tratta di un problema altre volte presentatosi, e amministrazione comunale che finalmente interviene stamattina dopo essere andata…. Alla caccia della pec perduta.