Maltempo-Ad Alcamo centro storico a pezzi, voragine a Balestrate

Crollano le temperature e ad Alcamo crolla anche il centro storico. O per meglio dire si sbriciola inesorabilmente sotto l’incessante pioggia che oramai da 48 ore continua a venire giù. Le ultime 24 ore sta sono state particolarmente impegnative per i vigili del fuoco che sono dovuti intervenire nel cuore del centro storico alcamese, nella zona intorno al corso VI aprile, all’altezza della chiesa di Santa Chiara. L’allarme è stato lanciato da un commerciante della zona già da ieri sera quando è venuto giù, da un balcone di un’abitazione al secondo piano che fa angolo con la via Alfieri, un consistente pezzo di intonaco. Fortuna ha voluto che in quel momento non transitasse nessuno in strada e quindi non si sono verificati danni a cose o persone. I vigili con l’autoscala hanno dovuto rimuovere tutto l’intonaco scrostato ed a rischio cedimento. Stesso lavoro fatto in altri tre balconi pericolanti di corso VI Aprile in abitazioni che appaiono abbandonate da tempo. Situazione che purtroppo sta portando ad un lento quanto inesorabile degrado il centro storico di Alcamo, sempre più abbandonato a sé stesso dove le abitazioni sono lasciate all’incuria. Il Comune fa quel che può e ogni tanto si vedono ordinanze in cui si intima ai proprietari degli immobili la messa in sicurezza, ma i tempi di intervento spesso sono enormi e non vengono rispettati rigidamente come da provvedimento comunale. Il maltempo ha creato anche altri disagi sempre ad Alcamo, come allo stadio “Lelio Catella” dove è saltato l’impianto elettrico. Le piogge probabilmente si saranno infiltrate o nella cabina elettrica della zona oppure avranno mandato in tilt un impianto di suo obsoleto. Massima allerta invece a Castellammare del Golfo dove c’è un ampia fetta del territorio a rischio di dissesto idrogeologico. Le piogge di questi giorni rischiano seriamente di far verificare i soliti distacchi di massi dalle pareti rocciose o, peggio ancora, vere proprie frane come accaduto negli ultimi anni nella zona di Bocca della Carruba. Non va meglio nei territori limitrofi del palermitano. Impressionante quanto accaduto a Balestrate dove nella parte alta di via Pitrè, traversa della principale via Madonna del Ponte, è letteralmente ceduta buona parte della sede stradale creando un’enorme voragine (nella foto). “Abbiamo già monitorato la situazione – afferma il sindaco Totò Milazzo – ed ho emanato un’ordinanza a carattere contingibile e urgente per l’immediato intervento di una ditta privata. Entro domani, se il tempo lo permetterà, inizieranno i lavori”. Si presume che il cedimento sia avvenuto a causa dello scoppio delle condotte della rete idrica o fognaria. Altrove nessun grave danno ma solo degli allagamenti che sono stati tenuti sotto controllo dai vigili del fuoco del distaccamento di Partinico: qualche disagio si è registrato per infiltrazioni d’acqua in immobili privati nelle vie Amato e Di Paola a Borgetto e in contrada Albachiara a Partinico.