Lieve aumento nel trapanese ma ospedali quasi vuoti. Nessuno in Terapia Intensiva

La settimana pandemica in provincia d Trapani si conclude con un lieve incremento del numero complessivo dei positivi ma con il perdurare dello svuotamento degli ospedali. Nessun positivo è più ricoverato in terapia intensiva. Per ritrovare quota zero bisogna addirittura risalire alla prima metà dello scorso mese di settembre. Sono invece soltanto 13 i ricoverati nei reparti covid ordinari, praticamente dimezzati in sei giorni. 508 i positivi in isolamento obbligatorio domiciliare. Queste le cifre in provincia di Trapani dove la settimana si è conclusa con 522 casi totali, 26 in più rispetto a lunedì. Sei i decessi nello stesso arco di tempo e 52 nuovi guariti.

Ad Alcamo la settimana è andata avanti in maniera abbastanza altalenante, da un minimo di 57 positivi si è arrivati a un massimo di 7° per poi ridiscendere a 61 e chiudere il periodo con 64 attualmente positivi. Castellammare del Golfo ha registrato una piccola impennata: i casi adesso sono 5 rispetto all’unico di lunedì. Due i comuni del trapanese che hanno raggiunto o superato quota 100. La città più contagiata rimane Trapani che arriva adesso a 115 con +17 in una settimana, mentre Marsala è risalita da 86 a 100 tondi tondi.

Fra le cittadine più piccole la situazione peggiore, come rapporto abitanti e positivi, è quella di Campobello di Mazara che conta quasi 11.500 abitanti e che registra 47 positivi. Ben più che superato il rapporto percentuale di 250 su 100.000 abitanti, ma per diventare immediatamente zona rossa, secondo il recente DPCM, il territorio deve registrare in 7 giorni un aumento tale. Incremento che in nessuna zona del trapanese è presente.