Legambiente, Libera e il volontariato amabientale

0
459

Dopo la conclusione del primo campo snorkeling che si è svolto alle Egadi nel mese di giugno, dove, oltre alla pulizia dei fondali è stato effettuato un monitoraggio ambientale seguito da biologi marini, inizia oggi il lavoro dei campi di volontariato ambientale che si protrarrà sino alla prima decade di settembre.

Tra gli interventi previsti la pulizia di scogliere e spiagge, del sentiero di S. Caterina, la riqualificazione del “pozzo a leva” di cala grande, dell’aiuola di punta Fanfalo, la riqualificazione ambientale e la manutenzione del ponte del porticciolo dei pescatori di punta Longa.

Insieme a Libera verrà effettuata la rimozione di rifiuti e pulizia dalle erbacce del terreno confiscato alla mafia a Favignana.

Numerose e qualificate le iniziative formative, che si terranno a Palazzo Florio. Si inizia domani, 24 luglio, con Giacomo Messina, Presidente della coop Libera Calcestruzzi Ericina, che riporterà l’esperienza diretta sui beni confiscati alle Mafie e la storia dell’ex Prefetto Fulvio Sodano.

Il 27 e il 28 luglio, “Liberi in Mare”, la campionessa mondiale di Wind surf Laura Linares, terrà lezioni gratuite ai bambini residenti nell’arcipelago in collaborazione con il circolo velico Gulliver.

Sabato 10 agosto, Rino Giacalone, giornalista del Fatto Quotidiano, parlerà della nuova mafia, dell’assalto alle imprese e la mafia dei colletti bianchi.

Il 17 agosto Salvatore Inguì, Presidente del coordinamento provinciale di Trapani Libera, presenterà “Dal Chiapas – quasi un diario”: il resoconto di un viaggio che narra l’incontro con una terra ma, soprattutto con la sua gente.

Domenica 18 agosto, Umberto Di Maggio, Presidente di Libera Sicilia, porterà “Siciliani si diventa”: un testo di denuncia sulle mafie internazionali e sulla tratta degli esseri umani nel Mediterraneo.

E ancora il 19 agosto, Calì, le testimonianze dei familiari di vittime della mafia, e per concludere il 20 agosto, il magistrato Andrea Tarondo, racconterà la lotta alla mafia in provincia di trapani.

I campi sono aperti a chiunque abbia voglia di dedicare il proprio tempo all’impegno civile, e a difesa della bellezza delle isole, basta solo un pizzico di buona volontà: le iniziative di lavoro cominciano al mattino presto, con partenza alle 7,30 – 8 dal campo sportivo “Omar Gucciardi”.