L’ATO si sostituisce ancora all’Aimeri

Ancora una volta l’Aimeri Ambiente non paga gli stipendi ai propri dipendenti ed è l’ATO Tp1 a sostituirsi nei pagamenti, effettuando i bonifici per le mensilità di gennaio a tutti gli operatori Aimeri, che lavorano nei Comuni di Alcamo, Custonaci, Erice, Marsala, Paceco, San Vito Lo Capo e Valderice.

L’intervento dell’Ato Tp1, reso necessario per dare un sostegno concreto ai lavoratori del comparto e per scongiurare scioperi e disservizi, è già il quarto, considerando anche il pagamento della tredicesima, dal momento che l’Aimeri Ambiente srl non paga più le mensilità dal mese di novembre.

Numerose le sollecitazioni e gli incontri con i sindacati (Fp Cgil, Filt Cisl e Uil Trasporti), ma al momento nessuna risposta dall’azienda lombarda, se non una nota che giustifica il ritardo nei pagamenti con “problematiche procedurali non dipendenti dall’Azienda”.

“E’ fondamentale – affermano i Liquidatori Ato Tp1 Antonio Provenzano e Francesco Tumbarello – restituire dignità e certezze ai lavoratori del comparto e alle loro famiglie, per questo seguiremo con molta attenzione e con una forte presa di posizione la vicenda”.