Ladri di carburante colti sul fatto

0
522

Ladri di carburante colti in flagranza di reato a Mazara del vallo.

Domenica scorsa, la Squadra Volanti del commissariato aveva notato due giovani all’interno di un’auto ferma, ma con il motore acceso, nei pressi di un deposito di carburante in via Degli Archi.

Insospettiti, gli agenti si sono avvicinati all’auto, ma hanno scorto un terzo giovane arrampicato sul muro di recinzione del deposito, che, alla vista della volante, era fuggito via.

Intanto i poliziotti hanno identificato i due bloccati poco prima all’interno del veicolo: si trattava di Antonino Ingargiola, nato a Cuneo, di 34 anni, e Alessandro Lungaro, nato a Mazara del Vallo, di 22 anni, quest’ultimo con numerosi precedenti specifici.

Effettuando un controllo più accurato, all’interno della vettura, sono stati rinvenuti, due recipienti da trenta litri ciascuno, contenenti Diesel, sul cui possesso i due ragazzi non hanno saputo fornire alcuna giustificazione.

In seguito all’arrivo del proprietario del deposito, che era stato nel frattempo rintracciato, le ricerche del fuggiasco sono andate avanti all’interno della struttura, ma invano. MA, adiacente al muro di cinta, è stato ritrovato un terzo contenitore ed un tubo in plastica lungo un metro e mezzo circa. È stato così accertato che il carburate era stato asportato dai mezzi pesanti parcheggiati all’interno del muro di cinta.

Antonino Ingargiola e Alessandro Lungaro sono stati arrestati per furto consumato aggravato in concorso. Dopo le perquisizioni personali addosso a Lungaro, è stato anche trovato anche un coltello di 14 cm di lunghezza, per cui è stato anche denunciato per porto ingiustificato di strumenti atti ad offendere.

Il Gip presso il Tribunale di Marsala ha convalidato l’arresto per entrambi, ma ha disposto gli arresti domiciliari solo per Lungaro, non ritenendo che ci fosse alcuna esigenza cautelare per Ingargiola, essendo questi incensurato.