Ladri di biciclette nella rete dei carabinieri

0
376

I due minorenni denunciati dai Carabinieri di Trapani probabilmente erano ignari di aver emulato le gesta del protagonista di uno dei più celebri film di Vittorio De Sica “Ladri di Biciclette”.

Che sia nuova, d’epoca o da battaglia, la bici andrebbe lasciata incustodita: il mezzo è talmente leggero e facile da trasportare da risultare, oggi come allora, assai appetibile e il rischio di furto è praticamente sempre dietro l’angolo.

Lo ha constatato a sue spese un numero sempre maggiore di trapanesi che si sono visti privare del mezzo a due ruote nel volgere di pochi rapidi minuti.

Chi subisce il furto della propria bicicletta spesso decide di non sporgere denuncia per la scarsa speranza di poterla ritrovare.

E invece, stavolta, dopo l’ennesima segnalazione di un furto subito da una signora, la banda dei “Ladri di biciclette” è finita nella rete dei carabinieri.

Il fenomeno a prima vista potrebbe sembrare poco rilevante, ma visto l’incremento dei furti negli ultimi mesi i militari hanno deciso di arginarlo con un intervento strutturato, analizzando i dati delle varie denunce, riuscendo a disegnare una mappa con le aree e gli orari in cui intensificare i servizi di osservazione, pedinamento e controllo dei carabinieri in abiti civili.

È così che i militari sono riusciti ad individuare due ragazzi  di 16 e 17 anni, i quali avevano rubato qualche giorno prima due costose mountain bike all’interno di un’abitazione in via Catania ad Erice Casa Santa.

Le indagini hanno permesso di risalire anche al luogo dove i giovani “ladri di biciclette” andavano a smerciare la preziosa refurtiva appena rubata, che si trovava a Marsala, nell’area destinata ad ospitare il parco giochi itinerante.

E’ scattato a questo punto un vero e proprio blitz dei militari che hanno setacciato le varie roulottes, recuperando altre otto biciclette.

Cinque giostrai, trovati in possesso delle bici e di cui non sono riusciti a provare la legittima provenienza, sono stati denunciati per ricettazione.

Le biciclette ritrovate, del valore di oltre 6 mila euro, sono state sequestrate e trasportate presso la Stazione Carabinieri di Trapani, dove sono invitati a recarsi coloro che hanno subito il furto di una bicicletta, portando con sé la relativa denuncia, presso gli uffici di via Orlandini per procedere all’eventuale riconoscimento ed ottenerne la restituzione.