L’acqua ad Alcamo torna da martedi ogni 4 giorni

E’ la guerra dell’acqua.  Salvatore Cusumano, neo assessore ai lavori pubblici di Alcamo, con Sebastiano Bonventre, ci tiene a farlo sapere. Condutture vetuste, situazioni a rischio nelle zone dove l’acqua viene prelevata, perdite ovunque, allacciamenti abusivi, furti d’acqua, deviazioni volute da ignoti. La questione rimane sempre un bel problema per gl alcamesi e per la giunta che di anno in anno si sente accusata di non risolvere la questione acqua.

I posti da dove viene prelevata l’acqua sono cinque, l’ultimo guasto  a Cannizzaro dove un tubo per la pressione, chiamato colpo d’ariete, si è staccato di dieci centimetri. Acqua che fuoriesce nelle campagne e intervento della squadra acquedotto e operai del Comune fino a notte con Sindaco e Assessore sul posto. Ora l’acqua arriverà ad Alcamo regolarmente a partire da domani in Viale Europa, poi da martedi turni a 4 giorni per il centro storico del Corso VI aprile.

Cusumano rivuole l’acqua ogni tre giorni e sopratutto il telecontrollo ma sopratutto ha intenzione di comunicare sul sito del comune, quello ufficiale, la situazione idrica giorno per giorno così che i cittadini possono sapere continuamente quando arriva l’acqua, se ci sono guasti, interruzioni e quando riprenderà la normale erogazione.

La città è suddivisa in cinque zone dove l’acqua, ci dice, viene prima convogliata e poi distribuita e vista la condizione indecorosa delle tubature non si possono immettere più di 100, 120 litri al secondo con rischio di rottura per la pressione. Ci sono zone, due, che l’acqua la ricevono ogni giorno, Vitusi e Viale Europa dunque la situazione non è drammatica e non lo sarebbe sopratutto senza le rotture, le perdite, ben il 50% della portata complessiva, i furti, le deviazioni di ignoti come quelle scoperte mesi fa.

san francisco pub type examiner
burberry schal Samsung CEO Sneers At Rumors Of Acquiring HP Division

punk rock musicians
chanel espadrilles5 Ways Stores Use Science to Trick You Into Buying Crap