La guardia costiera di Mazara sequestra diversi autolavaggi. Riscontrate violazioni in materia ambientale

Diversi autolavaggi tra Mazara, Campobello di Mazara e Castelvetrano, sono stati sequestrati dalla Guardia Costiera. Alcuni erano abusivi, altri invece scaricavano le acque reflue in terreni o altrove, senza alcuna depurazione. La Guardia Costiera di Mazara del Vallo, infatti, sotto il coordinamento della Direzione Marittima di Palermo, ha condotto una vasta operazione sugli  autolavaggi presenti sul territorio.

Diverse, infatti, sono state le irregolarità riscontrate: tra le più gravi, alcuni titolari degli impianti, in assenza della necessaria autorizzazione ambientale, avevano effettuato uno scarico diretto in fognatura dei reflui provenienti dagli autolavaggi. La Guardia Costiera di Mazara del Vallo continuerà nei prossimi giorni ad effettuare attività di carattere   ambientale  al   fine   di salvaguardare l’ambiente marino e costiero, specie in prossimità dell’inizio della stagione balneare