Kiwanis club di Alcamo. Pirrello nuovo presidente, un grazie a Silvana Giacone

Francesco Pirrello è il nuovo presidente del Kiwanis club di Alcamo per l’anno sociale 2020-2021. Prende il posto di Silvana Giacone, che, durante i suoi due anni di presidenza, ha portato avanti iniziative di notevole prestigio, che hanno riscosso plauso da tutti i club  kiwaniani e non solo della Sicilia. E a riconoscimento delle sue capacità è stata nominata Chair distrettuale per l’autismo del centro-sud d’Italia e responsabile dei grandi eventi per la Sicilia occidentale. Nel corso della cerimonia del passaggio della campana Silvana Giacone ha conferito una targa a Giuseppe Maniscalchi per i servizi giornalistici sul Giornale di Sicilia e non solo. E va sottolineato che Maniscalchi da sempre fa parte della redazione della nostra emittente Alpauno.

Il nuovo direttivo è composto: da Francesco Impellizzeri, Andrea Marrone, Francesco Parrino, Enza Lo Monaco e dal past president Silvana Giacone. Consiglieri: Mario Barbara, Girolamo Messana, Piero Amore Giusy Ferrara prossimo presidente, e Norino Provenzano. Presenti i presidenti di numerosi club service. Nel programma di Pirrello al primo posto iniziative a favore dei bambini. Ed è questo l’argomento forte di tale club. Alla cerimonia presenti autorità kiwaniane di tutta la provincia ed i sindaci di Alcamo Domenico Surdi  e Castellammare Nicola Rizzo, che hanno parlato dell’importanza e del ruolo dei club service con i quali intendono intensificare i rapporti di collaborazione tra le Istituzioni e i privati che operano nel sociale. Nel suo indirizzo di saluto e nel tracciare il bilancio positivo Silvana Giacone ha sottolineato che “sono stati due anni difficili, unici e faticosi. La pandemia da covid 19 ha stravolto il calendario delle nostre tradizionali attività ma da bravi kiwaniani non ci siamo spaventati. Non abbiamo mollato la presa – ha concluso Silvana Giacone – e credo di potere dire che abbiamo centrato importanti traguardi”.

Tra le numerose attività  della Giacone: la donazione di visiere al policlinico di Palermo e detergenti all’ospedale di Alcamo e alla Mangione durante il periodo della prima ondata del covid 19. Ha promosso numerosi convegni tra i quali quelli sulla violenza delle donne, bullismo, epilessia, sui diritti dell’infanzia, ambiente e clima. Attenzione per i giovani talenti ed conferito un premio al calciatore Gabriele Alesi, classe 2004, che già col Milan partecipa al campionato Primavera.  E Silvana Giacone con ottima scelta ha conferito il premio dell’anno kiwaniano ad alcamesi di caratura internazionale come il compianto artista Turi Simeti ( 2020) e di recente alla scienziata Violette Impellizzeri. E poi come non sottolineare la messa in suffragio, sotto Natale alla chiesa Madre, dei morti di covid, aiuti ai bambini dello Jemen, alla Caritas di Alcamo e raccolta fondi per l’associazione Palma Vitae di Castelvetrano.

Altra perla della Giacone essersi fatta altro carico di organizzare la cerimonia del concorso nazionale “La scuola che vorrei”, promosso dal Kiwanis club, vinto dal plesso Europa di Alcamo. Ai bambini, sotto la regia dell’insegnante Miriam Avila, è stato donato un parco giochi.  Un omaggio anche al piccolo pianista alcamese Alessandro Piccichè e la raccolta fondi per donare il defibrillatore all’associazione sclerosi multipla Sacro Cuore, con una commedia recitata dagli attori del Piccolo teatro grazie alla sensibilità del direttore artistico e regista Franco Regina. In una brochure corredata dalle foto le attività portate avanti da Silvana Giacone, che, ha portato in alto il nome del Kiwanis, ha rivolto un particolare ringraziamento ad Enrico Alagna, Vincenzo Cammisa e Girolamo Messana. La presidente uscente ha ringraziato anche le emittenti e i giornali che operano nel territorio.