Intossicato dal fumo, salvato nella camera iperbarica di Partinico.

Un trentacinquenne del Bangadlesh è stato salvato nella camera iperbarica dell’ospedale di Partinico.  L’uomo vittima di una intossicazione da monossido di carbonio era stato trovato privo di coscienza all’interno di una roulotte. Il trattamento a Partinico è stato gestito dagli anestesisti rianimatori Francesca Timpone e Giovanni D’Agostino, dall’infermiera, Anna Romano e dai tecnici iperbarici, Daniele Lunetto e Gino Lunetto. Il servizio di camera iperbarica di Partinico – di riferimento nella Sicilia occidentale per le emergenze – è coordinato da Calogero Agrò ed opera all’interno della unità di anestesia e rianimazione, diretta da Sandro Tomasello. Il paziente al termine del trattamento è stato trasferito nel reparto di terapia Intensiva “no-covid” dello stesso ospedale di Partinico.