Infissi divelti e furti a negozi, anche all’ASP. Arrestati tre pluri-pregiudicati alcamesi

Almeno tre furti nel giro di pochi giorni, a fine ottobre, ai danni di due negozi di generi alimentari e al del centro di prenotazioni dell’A.S.P. Tutti ad Alcamo e tutti commessi con lo stesso modus operandi per un bottino complessivo di oltre 1.300 euro, denaro contenuto nei cassetti o nei registratori di cassa. I carabinieri, al termine dell’esame dei sistemi di videosorveglianza e di alcune perquisizioni domiciliari hanno così arrestato tre pluri-pregiudicati, tutti alcamesi: due trentanovenni, Vito Russo e Angelo Lo Iacono, e un giovane di 25 anni, Gabriele Bittordo. Secondo la ricostruzione degli inquirenti, i tre per mettere a segno i colpi avrebbero forzato a mano serrande o finestre per fare accesso nei locali ed asportare il denaro. Il bottino totale sarebbe di oltre 1.300 euro ma molto più ingenti sono i danni provocati agli infissi dei due negozi di alimentari e dei locali dell’ASP. I ladri, per evitare di essere riconosciuti nei filmati dei sistemi di videosorveglianza, avrebbero anche cercato di nascondere il volto coprendosi con alcuni indumenti. Tuttavia, l’attività di analisi condotta dai carabinieri di Alcamo ha consentito di risalire all’identità dei tre. Infatti, nel corso delle indagini, sono state eseguite perquisizioni domiciliari che hanno consentito di rinvenire e sequestrare alcuni degli indumenti che sembrano essere proprio quelli indossati nel corso dei tre furti. I tre alcamesi, accusati di furto aggravato, sono stati quindi arrestati e posti ai domiciliari con l’applicazione del braccialetto elettronico. Sono ancora in corso ulteriori accertamenti da parte degli investigatori per comprendere se gli arrestati possano avere commesso altri furti nella cittadina alcamese.