Incensurato partinicese arrestato con 1,5 kg di cocaina purissima

Fermato e arrestato dalla Guardia di Finanza con un grosso carico di droga, oltre un chilo e mezzo di cocaina purissima che, tagliata, avrebbe procurato oltre 6 chili di stupefacente per un valore, nella vendita in dosi, di oltre 80.0000 euro. Ad essere arrestato un giovane 26enne di Partinico, G.F. le iniziali, incensurato, fermato alle porte di Trapani, nei pressi del Mc Donaldd che sorge a poche centinaia di metri dalla fine dell’autostrada, in zona Villa Rosina.

I finanzieri del Gruppo Trapani, diretti dal tenente colonnello Antonio Squillaciotti, nell’ambito dell’intensificazione dei controlli per il rispetto degli obblighi imposti dall’emergenza epidemiologica, hanno fermato un furgone Nissan condotto dal giovane partinicese che subito aveva mostrato particolari segni di nervosismo, cercando di distrarre i militari. L’ispezione del mezzo, però permetteva ugualmente alle fiamme gialle di rinvenire, in una busta di plastica nascosta nel pannello dello sportello lato guida, un panetto di cocaina, confezionato sottovuoto, del peso di circa un chilogrammo e mezzo.

La droga sequestrata è risultato di finissima qualità e, pertanto, se immessa sul mercato, avrebbe fruttato oltre 80.000 euro. Il giovane di Partinico, dipendente di un’azienda che si occupa di rifiuti e che è del tutto estranea ai fatti, é stato quindi arrestato e condotto nel carcere di San Giuliano.

Durante la pandemia continua a crescere lo smercio di stupefacenti. Dall’inizio dell’anno ad oggi sono stati sequestrati in provincia di Trapani, da polizia, carabinieri e guardia di finanza, oltre 7 chilogrammi di cocaina la maggiorparte della quale diretta proprio al mercato del capoluogo.