Il consiglio comunale di Alcamo approva il bilancio di previsione. A favore anche opposizione

0
320

Il consiglio comunale ha approvato ieri la nota di aggiornamento al DUP 2024/2026 e il bilancio di previsione 2024/2026, oltre al tasso di copertura del costo di gestione dei servizi pubblici a domanda individuale. Nel dettaglio, il bilancio di previsione 2024/2026, approvato in anticipo rispetto al termine fissato dalla normativa nazionale, prevede un aumento del 5,36% della spesa corrente che, in massima parte, si tradurrà in maggiori servizi a vantaggio dei cittadini. “Il maggior incremento si traduce in maggiori servizi sociali, in spesa per la tutela del territorio- è scritto in un comunicato del Comune- per l’ambiente, per la promozione del turismo, per le politiche giovanili, per lo sport ed il tempo libero, per i servizi culturali, per l’assetto del territorio e l’urbanistica, per i servizi istituzionali, generali e di gestione”.

In pratica si passa  da 49 milioni complessivi dello scorso anno a 52 milioni di euro. La spesa maggiore riguarda il costo del personale. Nel bilancio, inoltre scrive il Comune: “è garantita la spesa per i servizi indispensabili e non è previsto problema per il Fondo di garanzia debiti commerciali (FGDC), in quanto il Comune rispetta i tempi di pagamento e pertanto non è tenuto a tale gravoso adempimento, lasciando libero un importo di spesa corrente pari a circa 500.000 euro per erogare servizi”. Nel corso della seduta approvata la mozione di Franco Orlando per investimenti e maggiori contributi per l’ippoterapia. Un altro emendamento riguarda contributi a parrocchie per manutenzione delle chiese per un importo di 60 mila euro, Altro emendamento riguarda contributi a scuole per l’efficientamento energetico. Il bilancio è stato approvato all’unanimità dei presenti. A favore hanno votato anche i consiglieri di opposizione Di Giovanni, Parrino, Orlando, Stabile, Guggino e Cracchiolo