I NAS sequestrano 900 kg di carne

0
437

Nuovo intervento dei Carabinieri del NAS di Palermo, che hanno proseguito negli accertamenti dopo il recente sequestro di carni ovine destinate ad essere vendute da ambulanti abusivi come “stigghiole” e malamente congelate dal titolare di un macello.

Adesso è stato individuato un deposito all’ingrosso di cui è titolare lo stesso soggetto, in cui i militari hanno sequestrato 900 kg di carni, congelate all’interno di una cella frigo non idonea che presentavano estese bruciature “da freddo” ed una notevole quantità di ghiaccio, conseguenze della rottura dei sacchetti – peraltro non “per alimenti” – impiegati per il loro stoccaggio.

Tra le carni sottratte alla distribuzione commerciale – ovine bovine, suine e pollame – vi sono anche frattaglie di ovino, anche queste verosimilmente destinate ad essere arrostite e vendute presso bancarelle improvvisate del palermitano come “stigghiole”.

I titolari dei due stabilimenti sono stati denunciati per detenzione di alimenti in cattivo stato di conservazione. I prodotti sequestrati, del valore di diverse decine di migliaia di euro, verranno distrutti.