Forse di un rumeno il cadavere di Bosco d’Alcamo

Potrebbe essere un cittadino rumeno l’uomo trovato morto alla vigilia di Natale nei pressi di Contrada Bosco d’Alcamo. Il cadavere è stato trovato in avanzato stato di decomposizione.

L’autopsia ha intanto accertato che il decesso risale a circa due mesi fa, ora i Carabinieri della Compagnia di Alcamo, che indagano, stanno cercando di scoprire l’identità e le modalità della morte e hanno trovato addosso all’uomo un braccialetto con un nome e cognome che potrebbe indicare l’identità dell’uomo e da qui l’ipotesi che si tratterebbe di un cittadino rumeno.

Non è esclusa nessuna ipotesi, nemmeno quella del suicidio, forse per la presenza in prossimità del ritrovamento del cadavere del cavalcavia stradale.

Le ricerche sulle scomparse delle persone sono state estese a tutto il territorio siciliane per cercare di identificare la persona e ricostruire possibilmente gli ultimi giorni della sua vita, i suoi spostamenti, conoscenze e motivo per cui si trovava ad Alcamo.

Il cadavere dell’uomo è stato trovato da un cittadino della zona e presentava la mancanza delle mani e dei piedi. Da accertare anche se la mancanza degli arti è stata opera degli animali o tutta la vicenda nasconde altro.