Focolaio in casa di riposo a Partinico, contagiate 22 persone su 60

Mentre in altre province, come quella di Trapani, le ASP hanno praticamente completato le vaccinazioni per anziani ospiti di RSA e case di riposo, nel palermitano, nelle stesse strutture, si effettuano ancora soltanto screening per rivelare eventuali positività. Così, alla casa di riposo ‘Nido d’Argento’ di via Avogadro, a Partinico, è stato scoperto un vasto focolaio. Ventidue fra le 60 persone sottoposte a tampone rapido sono risultate positive. Si tratta di 18 anziani e 4 operatori socio-sanitari.

Allo stato attuale sono tutti asintomatici e non accusano particolari problemi. Il focolaio nella struttura socio-residenziale, inaugurato da circa 9 mesi, è stato scoperto per caso, per il malore accusato da due ospiti. Una di loro, poi deceduta per arresto cardiaco, che era stata trasportata al pronto soccorso dell’ospedale Civico di Partinico ed era risultata positiva al tampone effettuato in ospedale come da protocollo. Sono già scattate le contromisure nella struttura con l’isolamento di anziani e personale in servizio. Chiusi gli spazi comuni della casa di riposo e la sala mensa.

I titolari della casa socio-residenziale Nido d’Argento hanno raccontato di avere più volte sollecitato più volte l’Asp di Palermo per la vaccinazione degli anziani senza però avere ricevuto alcuna risposta. I quattro operatori della casa di riposo contagiati avevano già ricevuto la prima somministrazione del vaccino ed erano in attesa della seconda dose, mentre nessun anziano era stato ancora vaccinato.