Ferrante Aporti, progetto esecutivo approvato e fondi disponibili. Scuola chiusa da 20 mesi

Un sopralluogo dei vigili del fuoco, nell’ottobre del 2018, aveva rilevato seri problemi di staticità e quindi rischi per il personale, gli insegnanti e i piccoli alunni. Adesso, dopo  20 mesi, la giunta municipale di Alcamo ha approvato il progetto esecutivo dei lavori di ristrutturazione e di riqualificazione energetica della scuola dell’infanzia Ferrante Aporti, sita in Viale Europa, nei pressi della rotatoria di piazza Vittime di Nassyria. Per l’intervento, inserito nel piano triennale delle opere pubbliche 2019/2020,  sono stai stanziati 300.000 euro. Il progetto esecutivo, redatto dall’ingegnere palermitano Gabiriele Lo Cacciato,  prevede lavori della durata di 90 giorni e comunque con l’impiego di somme entro la fine del 2020.

Insomma, con l’emergenza covid, sarebbe stato molto importante riavere la disponibilità della Ferrante Aporti con l’inizio del nuovo anno scolastico. Invece bisognerà attendere qualche altro mese per riaprire l’edificio chiuso nell’ottobre del 2018. Più aule disponibili, in questi giorni i dirigenti scolastici e tutto il mondo della scuola cerca disperatamente spazi, avrebbero consentito meno grattacapi in vista del prossimo mese di settembre. Invece anche per i primi tre mesi del nuovo anno, Alcamo non potrà contare sui locali di quella scuola dlel’infanzia.

Tanti gli interventi previsti sia per gli interni che per gli esterni della scuola materna di viale Europa: sostituzione degli infissi esistenti con infissi a taglio termico con vetro camera; demolizione dei controsoffitti esistenti in gesso e rete in acciaio e rifacimento degli stessi mediante controsoffitti in fibre minerali; realizzazione dell’intero impianto di illuminazione, in parte mancante, mediante l’interposizione di led sul sistema di controsoffitti. Alla Ferrante Aporti saranno anche installati una caldaia a metano e tubazioni in multistrato coibentato; sarà rimossa la pavimentazione in gomma posta all’ingresso e sostituita con pavimentazione ceramica resistente allo scivolamento; sarà realizzato il controsoffitto scenico in corrispondenza cortile interno.