Estate alcamese-Il Comune apre alle proposte

0
490

 

«L’Amministrazione Comunale, considerata l’assenza di risorse finanziarie disponibili, vuole comunque coinvolgere soggetti esterni (Associazioni culturali, Agenzie di spettacolo, Soggetti privati, Comitati e Parrocchie, Operatori Commerciali o titolari di bar ed esercizi similari, Artisti di Strada ecc…) nella programmazione dell’Estate Alcamese 2016”, invitandoli a presentare proposte per la realizzazione di manifestazioni, spettacoli, eventi ed iniziative culturali finalizzati ad animare l’intero territorio comunale». Questo si legge nell’avviso pubblicato ieri sul sito istituzionale del Comune di Alcamo, www.comune.alcamo.tp.it, che apre alla possibilità di presentare idee progettuali per eventuali appuntamenti da inserire nel cartellone estivo e che possono riguardare sia il centro storico e urbano che Alcamo Marina. Le proposte possono riguardare cinque macro-aree di attività: musica, teatro, danza, arte e cultura, animazione. Chi fosse interessato può presentare la sua domanda di partecipazione entro le ore 12:00 dell’11 luglio al Protocollo Generale del Comune di Alcamo, in piazza Ciullo n. 1, in plico chiuso riportante l’indicazione del mittente e la dicitura: “domanda di partecipazione Avviso Pubblico “Estate Alcamese 2016”, oppure tramite posta certificata (PEC) all’indirizzo: comunealcamo.protocollo@pec.it. Per informazioni e chiarimenti si può contattare l’ufficio Cultura e Spettacolo ai seguenti recapiti telefonici: 0924-590318/319 (sig.ra Buccoleri Elena – sig.ra Messana Maria). Le proposte devono spiegare «i contenuti artistici e gli aspetti tecnici e organizzativi dell’iniziativa» e la «quantificazione di quanto necessario per la buona riuscita dell’iniziativa e rientrante tra gli interventi a carico dell’Amministrazione Comunale». Gli eventi, infatti, sempre secondo l’avviso, possono prevedere il pagamento di un biglietto o meno. Nel primo caso l’amministrazione comunale, pur in presenza di patrocinio, non parteciperà con servizi a proprio carico, ma sarà l’organizzatore a sostenere ogni sorta di costo, compresi l’occupazione del suolo pubblico, palco e sedie, beneficiando esclusivamente della pubblicizzazione dell’evento tramite i canali di informazione a disposizione dell’ente. Nel secondo caso, quindi qualora non sia previsto un ticket, ferme restando tutte le responsabilità in ordine alla realizzazione della manifestazione in capo all’organizzatore, il Comune parteciperà con il suo patrocinio; la possibilità di fruire di spazi pubblici; palchi, pedane e sedie nella sua disponibilità; punto luce, se esistente nella sede dell’evento; servizio di pulizia delle aree pubbliche; viabilità e ordine pubblico; pubblicizzazione degli eventi tramite i suoi canali di informazione.