Escavazione porto Mazara, passo decisivo verso indizione appalto

“Dopo mesi di attesa, sembra che finalmente siamo giunti al passo decisivo per l’indizione della gara d’appalto e dell’attuazione dei lavori di ripristino dei fondali del bacino portuale di Mazara che interesseranno per il primo stralcio la foce del fiume Mazaro del porto canale.” Lo ha annuncia il vicesindaco ed assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Mazara del Vallo Silvano Bonanno che, su delega del sindaco Cristaldi, sta seguendo  costantemente la vicenda del porto canale, destinatario di un finanziamento di 2 milioni 200 mila euro per il primo stralcio dei lavori di pulizia ed escavazione del fiume. Il Commissario straordinario delegato degli interventi per la mitigazione del rischio idrogeologico ha ricevuto lo studio idrologico-idraulico redatto dall’ing. Giovanni Rizzari e lo ha inviato al Servizio 3 dell’Assessorato regionale Territorio e Ambiente. Entro 7 giorni sarà reso il parere.  “Se così non sarà – dice Bonanno – lo stesso si intenderà inderogabilmente conseguito con esito positivo e pertanto la procedura d’appalto potrà essere finalmente avviata”. “L’ing. Foti – aggiunge il vicesindaco – ha inviato sia al nostro Comune che all’Ufficio delle Opere Marittime Sicilia, la nota di trasmissione dello studio idrologico-idraulico, redatto dal prof. Giovanni Rizzari. Nella nota si evidenzia chiaramente che il parere allo studio, che era richiesto dallo stesso Servizio 3 dell’Assessorato regionale Territorio e Ambiente, dovrà essere reso entro 7 giorni (con decorrenza 17 settembre). Trascorsi i 7 giorni il parere sarà considerato reso con esito positivo. Si tratta – prosegue Bonanno – di una decisiva accelerazione del complesso iter che porterà finalmente all’indizione della gara d’appalto ed all’avvio materiale dei lavori in tempi brevi. Continueremo a seguire la vicenda giorno per giorno – conclude – consapevoli che il ripristino dei fondali del nostro bacino portuale rappresenta la vera occasione di rilancio della pesca, della cantieristica e di tutte le attività portuali, compresi il commercio ed il traffico passeggeri, con importanti ricadute per l’economia cittadina”.