Erronea diagnosi, anziana muore a Castelvetrano. Asp condannata al risarcimento

0
101

241 mila euro è la somma stabilita dal Tribunale di Trapani nei confronti dell’Asp: cifra emessa a titolo di risarcimento per i familiari di una donna di 75 anni, morta a seguito del ricovero presso l’ospedale “Vittorio Emanuele” di Castelvetrano.

I fatti risalgono al 2015: la donna, giunta al pronto soccorso con la febbre alta, venne ricoverata nel reparto di ortopedia con la diagnosi di “Febbre di NND” (natura da determinare).

L’indomani la donna venne ritrovata in coma e, ricoverata in rianimazione per “infarto celebrale”, decedeva dopo 4 giorni. “Alla donna, – scrivono i periti – non è stato effettuato un esame “emogasanalitico”, perché il macchinario era guasto. Un comportamento negligente: il mancato esame avrebbe permesso di evidenziare il quadro clinico della paziente diabetica”.