Elezioni ad Alcamo. Dem in piena crisi. E’ bufera, si dimette Nicola Bambina

Un partito democratico ad Alcamo da anni in caduta libera. Ed anche queste elezioni amministrative non sono state esaltanti per i dem, che hanno avuto in Filippo Cracchiolo, riconfermato consigliere comunale, il candidato di punta. E dopo 48 ore dai risultati elettorali arrivano le dimissioni del segretario comunale Nicola Bambina, che ha raccolto il misero bottino 157 preferenze. L’ex funzionario della Banca don Rizzo ha inviato una lettera ai componenti del circolo di Alcamo nella quale scrive: è giunto il momento di chiudere la mia esperienza di Segretario del Circolo di Alcamo.  Dal marzo del 2020, data della mia elezione, ho profuso in questo ruolo tutto il mio impegno e le energie che questa responsabilità politica richiede. Il dato elettorale di ieri mi impone di fare questa scelta, prima per il deludente risultato della coalizione a sostegno di Giusy Bosco e poi per la sostanziale riduzione dei consensi del nostro partito rispetto alle amministrative del 2016. Diverse sono le cause che hanno determinato questo risultato e politicamente mi compete assumerne la responsabilità. Avremo modo, eventualmente, di analizzare le dinamiche del voto per ridefinire il ruolo del Partito nella nostra città. Voglio ringraziare tutti Voi per la vicinanza e il sostegno ricevuto in questi 20 mesi, aggiungo inoltre il mio apprezzamento ed il mio affetto a tutti in candidati della lista che hanno contribuito con grande generosità e disponibilità al raggiungimento della soglia del 5%. Auguro a Filippo Cracchiolo un buon lavoro per il gravoso compito che lo aspetta nei prossimi 5 anni di consiliatura; a lui vanno il mio affetto e la stima nella speranza che tenga alta l’attenzione per il ruolo che svolgerà come unico rappresentante del Partito Democratico nel massimo consesso cittadino”.