Elezioni 2022 a Balestrate, lista civica con intesa fra Curcurù e Bosco? Rizzo ci riprova

Alle prossime amministrative che si svolgeranno a Balestrate la prossima primavera, una nuova lista civica potrebbe essere trainata da una ‘strana coppia’. Si tratta dell’attuale consigliere comunale eletto per il Movimento 5 Stelle, Giuseppe Curcurù, e dell’ex assessore al verde pubblico, Antonio Bosco.

Il rappresentante dei pentastellati, poco soddisfatto delle ultime scelte del movimento, non smentisce il dialogo con Bosco, ma precisa che lui, pur di portare una ventata di novità al comune d Balestrate, parla e continuerà a parlare con tutta la gente di buona volontà e con la società civile.

Chiaramente il simbolo dei 5 Stelle non verrà fuori in quella che potrebbe diventare una vera coalizione che, invece, si avvarrà di un nuovo simbolo e di un nuovo logo che contraddistingueranno la lista civica. Ci potrebbe schierarsi al fianco di Bosco e Curcurù oltre ai 5 Stelle più o meno delusi? Forse l’ex sindaco Tonino Palazzolo e altri esponenti dell’attuale opposizione.

Intanto lo stesso Curcurù intenderebbe porre al centro del dibattito politico, in vista delle prossime elezioni, la questione ambientale e in particolar modo i danni causati, negli ultimi anni, dal malfunzionamento del depuratore.

L’impianto adesso è stato sequestrato per alcuni indagini ai danni dell’AMAP. Proprio nell’ultima seduta consiliare, il consigliere di opposizione ha presentato richiesta di accesso agli atti per sapere soprattutto quanti fanghi fognari sono stati prodotti nel depuratore, da quali aziende sono stati smaltiti e in quali siti sono stati trattati. Dall’altro lato degli scranni consiliari pare che il sindaco in carica, Vito Rizzo, stia predisponendo tutto per tentare la rielezione.