Ultimo trapanese in gara. Alle 02,00 Ale Mazzara nello skateboard

Alle due di questa notte entrerà in scena l’ultimo dei quattro rappresentanti della provincia di Trapani alle olimpiadi di Tokyo. Si tratta del più giovane e di colui che meno ha vissuto nel lembo più occidentale della Sicilia. Alessandro Mazzara, 17 anni, da tutti conosciuto con il nomignolo Ale, è nato al Sant’Antonio Abate da genitori trapanesi che però già vivevano nella capitale.

Ritorna d’estate al mare e si ritrova con i soliti amici e parenti. Chioma ispida e bionda, sguardo furbo, mani e piedi che vanno velocissimi. Mazzara ha iniziato a praticare questa disciplina all’età di sette anni, nello skatepark di Cinecittà, a Roma. Adesso chiuderà la presenza dei trapanesi alle Olimpiadi e dopo il bronzo di Pizzolato nel sollevamento pesi, il nono posto in finale di Ala Zoghlami nei 3.00 sipei, la stessa finale mancata d’un soffio dal gemello Osama, il 17enne potrebbe lottare per conquistare una medaglia in questa prima volta dello skateboard alle Olimpiadi.

Ale Mazzara gareggerà nella specialità park con qualificazioni a partire dalle 2 della prossima notte e finale a partire dalle 5. Varrà certamente la pena non dormire per seguire in tv le spettacolari esibizioni degli skaters e sperare che un pezzo del nostro territorio possa primeggiare fra i colossi della rassegna a cinque cerchi-