Elettrificazione in via Milo, approvato progetto. 15 dicembre pubblicazione gara

Arriva dal governo regionale l’ok definitivo al progetto di elettrificazione della tratta ferroviaria Cinisi – Alcamo e poi, dalla stazione alcamese per tutta la via Milo fino a Trapani.  La giunta Schifani ha infatti approvato il provvedimento che, con il contestuale rilascio del parere favorevole sul progetto definitivo, chiude le procedure autorizzative di un’opera che consentirà il totale ripristino di una linea interrotta da ormai quasi un decennio.

La Via Milo, comunque, per essere riattivata, avrà bisogno del completamento di un altro maxi-intervento, già appaltato al raggruppamento temporaneo di imprese Ricciardello Costruzioni e Segeco, da circa 120 milioni di euro. La linea ferrata più breve per collegare Palermo con Trapani, evitando il giro dell’oca da via Castelvetrano, è chiusa dal 2013 per frane e smottamenti verificatisi lungo i 47 chilometri del tragitto. L’interruzione della via Milo, la linea meno vecchia del territorio inaugurata infatti nel 1937 (le altre risalgono al 1.800) ha costretto i viaggiatori a una deviazione che ha allungato sensibilmente i tempi di percorrenza, finendo per disincentivare l’uso del treno tra Palermo e Trapani.

L’elettrificazione, insieme al ripristino della linea, oltre a consentire l’estensione dei collegamenti da e per Trapani sul passante ferroviario di Palermo, offrirà la possibilita di velocizzare i servizi ferroviari, accrescendone il livello qualitativo in termini di comfort e di prestazioni. Bisognerà innanzitutto velocizzare i tempi di percorrenza che, fin quando la via Milo era funzionante, ammontavano dal capoluogo isolano a quello trapanese a circa tre ore per poco più di 100 chilometri. II nuovo progetto appena approvato dalla giunta regionale consiste nella realizzazione di tutti gli impianti necessari per l’elettrificazione della tratta, per una lunghezza totale pari a 87 chilometri.

L’intervento avrà un finanziamento di 85 milioni di euro, già interamente coperto. La gara d’appalto sarà adesso pubblicata il prossimo 15 dicembre. L’area in cui ricade l’intervento interessa i territori di Cinisi, Terrasini, Carini, Partinico, Trappeto, Balestrate, Alcamo, Calatafimi-Segesta, Castellammare del Golfo, Buseto Palizzolo, Erice, Paceco e Trapani. L’elettrificazione consentirà anche di evitare il cambio che attualmente i passeggeri devono osservare nella stazione di Piraineto, nei pressi dell’aeroporto di Punta Raisi.