Election Day in Sicilia, ‘politiche’ e ‘regionali’ insieme. Seggi aperti solo oggi. Fino alle 23

Da questa mattina, dalle ore 7.00, sono cominciate le operazioni di voto in tutta Italia per eleggere il nuovo parlamento. Camera e Senato, per la prima volta, saranno meno affollati con 400 seggi a Montecitorio e 200 a Palazzo Madama. Altra novità di queste elezioni riguarda gli under 25 che, assoluta novità per la nostra Repubblica, potranno votare anche per eleggere i senatori. Le previsioni parlano purtroppo di un’elevata percentuale di astensionismo.

In Sicilia gli elettori riceveranno tre schede. Oltre alla gialla (Senato) e alla rosa (Camera) sarà infatti consegnata anche una scheda verde per votare il nuovo presidente della Regione Siciliana e il nuovo parlamento di Sala d’Ercole. Nei primi due casi si troverà tutto scritto sulle schede e l’elettore non potrà scrivere il. One di alcun candidato. Dovrà solo apporre un segno sul partito o sul candidato dell’uninominale. Non è consentito il voto disgiunto.

Per le regionali, invece, si voterà come per le ‘comunali’. Un segno sul nome su uno dei candidati a presidente e poi uno sulla lista scelta per il rinnovo dell’ARS. Al fianco di quest’ultimo simbolo si potrà scrivere il cognome del candidato preferito. Soltanto uno a prescindere dal genere. Ammesso il voto disgiunto. Presidente di uno schieramento e deputato di un altro.

Le operazioni di spoglio cominceranno dopo le 23, alla chiusura dei seggi, con le schede di Camera e Senato. Lo scrutinio per le regionali prenderà il via invece domani alle 14.