Egadi, riprende la pulizia dal catrame

0
479

Riprenderanno presto a Levanzo e Favignana, dopo la sospensione del mese di febbraiole ultime operazioni di raccolta del catrame spiaggiato nel mese di gennaio per più di un chilometro nella zona Pozzo, a Punta Sottile. Dopo la partenza dall’isola, agli inizi di febbraio, dei volontari specializzati di Legambiente, questi ultimi ritorneranno il 3 maggio, per riprendere il 4 e per circa una settimana, le operazioni di pulizia nell’isola di Levanzo, e concludere poi a Favignana definitivamente l’opera di bonifica. Si tratta di un gruppo di dieci persone che opereranno sotto il coordinamento del COC, Centro Operativo Comunale, diretto dall’assessore all’Ambiente, Giuseppe Campo, e in sinergia con i giovani volontari locali appartenenti all’associazione di Protezione Civile “Vigili del fuoco in congedo”.

In occasione delle operazioni di pulizia, intanto, domenica 5 maggio la sezione locale di Legambiente ha istituito una “Giornata di volontariato ambientale”, con appuntamento – per chi volesse partecipare – al porto di Levanzo alle ore 10. E’ previsto trekking sino a Cala del Genovese – per la durata di circa un’ora, la pulizia della scogliera dai rifiuti, con guanti e sacchi forniti dall’organizzazione, e una visita guidata alla Grotta del Genovese, offerta da Irma e Natale Castiglione.

L’Amministrazione Comunale, intanto, per accogliere al meglio i turisti già presenti a Favignana, ha dato il via da qualche giorno ad una pulizia straordinaria delle spiagge, che viene attuata da un gruppo di quattro ragazzi, attivi sia a Favignana che a Marettimo.

E sulla presenza turistica, già evidente, il sindaco, Lucio Antinoro, dice: “Speravamo nel fine mese di aprile, a causa della primavera un po’ posticipata, e abbiamo avuto le prime conferme. Sabato sera a Favignana sono state accese le luci dello Stabilimento Florio e del castello di Santa Caterina: era un bel colpo d’occhio, e ci auguriamo che l’incremento delle presenze si verifichi in un crescendo da qui alla stagione estiva ormai imminente”.

Nel fine settimana appena trascorso per tutti i locali di Favignana è stata necessaria la prenotazione; i ristoranti hanno lavorato a doppio turno e per i clienti le attese per un tavolo per la cena sono state piuttosto prolungate.