Dup e bilancio, Comune di Alcamo incontra categorie. Partecipazione non elevata

0
62

Un nuovo modo di costruire gli strumenti finanziari programmatici che poi, tanto nuovo non è. Ieri, presso l’auditorium della Cittadella dei Giovani, si è tenuto un tavolo tecnico riguardante il “Ciclo di programmazione prima fase: DUP Bilancio”. Un modo per incontrare associazioni di categoria, sindacati e imprenditori e ascoltare esigenze e proposte. Incontri che già si facevano e si sono sempre fatti, in vista della redazione del bilancio comunale.

Stavolta, e questa è la novità, la giunta Surdi ha cercato di mettere tutti quanti insieme invece di confrontarsi in diverse sedute separate con le varie categorie.  La risposta della città è stata discreta ma certamente non entusiasmante. In tutto una trentina, fra Cna, alcuni sindacati, imprenditori, commercianti e cittadini. Soddisfatto però il comune di Alcamo che ha parlato di spunti organizzativi evidenziati durante gli interventi del Sindaco Domenico Surdi, dell’assessore alla programmazione finanziaria al bilancio e gestione delle entrate Vittorio Ferro e dalla dirigente, Tiziana Vinci.

La Presidente della commissione consiliare bilancio Miriam Avila ha invece messo in evidenza il rapporto sinergico fra la stessa commissione, gli uffici e la giunta in materia di programmazione. L’assessore Vittorio Ferro ha messo in risalto come la bontà la programmazione non debba essere astratta e avulsa dai bisogni dei cittadini, ma al contrario deve prendere spunto dalle esigenze dei portatori di interessi.

Le politiche pubbliche vanno costruite partendo dai bisogni reali dei cittadini del territorio, l’orientamento strategico deve essere quello di una strategia condivisa con tutti gli attori che, a vario titolo, entrano a far parte del sistema del bilancio. Gli interventi da parte del pubblico hanno confermato l’esigenza di essere parte integrante della Politica e della costruzione del DUP e del Bilancio, proprio per avere contezza di ciò che è possibile fare con i soldi pubblici.

“Farò da pungolo costante e sarò in costante pressione – ha detto il presidente del consiglio comunale, Saverio Messana – affinché la giunta disponga il DUP 2023-2025 entro la fine del prossimo mese di dicembre. Soltanto così si potrà davvero programmare’. Quest’anno, ad esempio, il bilancio comunale è stato approvato nel mese di luglio (in molti altri comuni anche più tardi o addirittura ancora non esitato) e così talvolta sono stati utilizzati i fondi di riserva che, se secondo le norme, dovrebbero essere utilizzati nei casi in cui si verifichino esigenze straordinarie di bilancio o le dotazioni degli interventi di spesa corrente si rivelino insufficienti. Ad Alcamo anche li festeggiamenti patronali sono stati organizzati con il fondo di riserva.