Disco verde per elettrodo di Mozia. Opere si concluderanno prima dell’estate

0
392

Anche il consiglio regionale per la protezione del patrimonio naturale ha dato disco verde per l’elettrificazione dell’isola di Mozia. Il parere favorevole ai due progetti è arrivato dall’organismo consultivo convocato dall’assessore regionale territorio e ambiente, Elena Pagana. L’intervento sull’isola marsalese di Mozia, che ricade all’interno della riserva naturale “Isole dello Stagnone”, prevede la posa di un elettrodotto che la collegherà con la terraferma, eliminando così l’attuale generatore a combustibile fossile che, oltre a disagi vari, produce inquinamento acustico e atmosferico sulla piccola isola.

I lavori saranno eseguiti con tecnologia a basso impatto ambientale e saranno finanziati dal dipartimento regionale dell’Energia. Previsto un foro sotterraneo, effettuato con trivellazione orizzontale controllata, ad una profondità di almeno 5 metri dal fondo del mare che costituirà la sede di posa del cavo di collegamento a 20 kilowatt. I lavori si concluderanno entro la prossima. L’opera è inserita nel “Programma Isole Minori della Regione Siciliana” che assegna in tutto al dipartimento regionale dell’Energia 15 milioni di euro.”

Sono molto soddisfatta dal lavoro svolto – ha detto l’assessore Elena Pagana – perché per interventi così importanti, dopo meticolosi approfondimenti, abbiamo raggiunto pareri univoci che imprimeranno un’accelerata alle procedure autorizzative. L’obiettivo del mio assessorato – ha concluso Pagana – è quello di coniugare la tutela dell’ambiente con lo sviluppo, seguendo le migliori prassi di efficienza burocratica”. Sulla vicenda è intervenuto anche il deputato regionale marsalese Stefano Pellegrino, capogruppo di Forza Italia all’ARS. “L’ elettrificazione stabile dell’isola di Mozia nello Stagnone è un grande passo avanti, – ha detto – sia per la fruibilità dell’isola sia per la dismissione di un sistema di produzione dell’energia ormai obsoleto ed inquinante. Ancora una volta c’è la conferma dell’attenzione con cui il governo del presidente Schifani – ah concluso Pellegrino – guarda al territorio della provincia di Trapani”.