Delitto Rostagno, scomparso proiettile dal plico

    0
    321

    Un proiettile calibro 38, trovato la sera del 26 settembre 1988 a Lenzi, sul luogo in cui è stato assassinato il giornalista e sociologo Mauro Rostagno, è scomparso. I periti, Emanuele Paniz e Santi Gatti, nominati dalla Corte di assise di Trapani per eseguire una superperizia balistica, hanno comunicato che nel plico ricevuto dal tribunale di Trapani manca un proiettile, già periziato dalla polizia scientifica.

     

    Al momento non è chiaro dove e quando il reperto sia stato smarrito. Si sa soltanto che due scatoloni, contenenti il materiale balistico, sono stati ricevuti dal tribunale di Trapani privi di leggenda e di sigilli. Entrambi i contenitori, infatti, erano chiusi con del comune scotch da imballaggio.

    Il contenuto è stato esaminato in aula nel corso dell’udienza dello scorso 6 luglio ed è ancora da verificare se già in quella data mancasse il proiettile. Tutto il contenuto è stato riconfezionato, depositato nell’ufficio corpi di reato e, successivamente, consegnato ai due periti.