Covid, ad Alcamo valanga di guarigioni. Scendono i positivi in provincia ma record di decessi

Per la prima volta nell’ultimo mese è sceso il dato complessivo degli attualmente positivi in provincia di Trapani: 2.828 dell’ultimo bollettino rispetto ai 2889 di ieri. La cifra, però, non deve far rallegrare più di tanto perché 17 dei 61 positivi in meno rappresentano il totale dei decessi nelle ultime 24 ore. Una piccola ecatombe che rappresenta una sorta di record per il territorio provinciale trapanese. Le vittime, dall’inizio della pandemia a oggi, salgono complessivamente a 78.

Resta identico il numero dei ricoveri in terapia intensiva (22) che pèerò nelle precedenti 24 ore era aumentato di ben 16 unità. Da questo punto di vista non sono cifre molto incoraggianti ma da contraltare ci sono, al netto di decessi e altri conteggi, 78 guariti in più, una sessantina soltanto ad Alcamo. Decrementi anche a Trapani (-33), Pantelleria (-10), Mazara del Vallo (-6), Castellammare del Golfo (-3). Il segno positivo più evidente è invece a Marsala ma anche nella piccola Partanna. Nella città più grande della provincia si tocca quota 512 (+14) mentre in quella bedlicina si arriva a 49 (+14).

Per il resto, in tutto il trapanese, oscillazioni fra una e quattro unità sia in negativo che in positivo. In tutto il territorio è cresciuto inoltre, e questo è un dato non molto confortante, il numero dei ricoveri nei reparti covid che è passato da 83 a 88. Intanto, alla luce dell’attuale situazione epidemiologica, l’ASP ha disposto il raddoppio del personale sanitario in servizio presso le Usca distrettuali, le Unità speciali di continuità assistenziali.

I distretti sanitari di Alcamo, Castelvetrano, Mazara del Vallo, Marsala e Trapani disporranno adesso di due squadre Usca operative composte da medico e infermiere con auto aziendale, per fronteggiare la diffusione del virus attraverso l’esecuzione di tamponi antigenici o molecolari e per garantire l’assistenza dei pazienti affetti da Covid-19 che non necessitano di ricovero ospedaliero. L’ASP di Trapani ha pure raddoppiato il personale sanitario dell’USCAS, l’Usca scolastica, con due squadre medico-infermieristiche, su tutto il territorio provinciale.